1
OGGI: 27/06/2017 02:01:37 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Venerato, Delfino, Muraro, Di Gennaro, Angelozzi e Telese a Radio Crc
4 18/03/2017 - A Radio Crc è intervenuto Ciro Venerato, giornalista: “Sarri sarà ancora l’allenatore del Napoli l’anno prossimo. Che tra Sarri e De Laurentiis non sia tutto sistemato è certo, ma si chiariranno. Quando il presidente gli spiegherà i progetti tecnici di mercato della prossima stagione ossia prendere top player del futuro più che del presente, Sarri gli chiederà di esser chiaro con i tifosi senza pronunciare quindi la parola scudetto. De Laurentiis può anche criticare Sarri, ma non ha mai pensato di privarsi di lui. Le voci che arrivano dall’Inghilterra per Mertens non sono campate in aria. Il fattore che ha scatenato il problema rinnovo è arrivato quando è venuto fuori il discorso di Insigne. Il belga aveva accettato il rinnovo, ma poi si è incavolato perché è il bomber della squadra e non vuole prendere meno di Insigne. Per l’attaccante napoletano, invece, il Napoli entro un mese o giù di lì annuncerà il rinnovo”.

Giulio Delfino, giornalista: “La Roma senza Europa League ha meno impegni e questo può essere un vantaggio dal punto di vista fisico, ma c’è da capire come reagirà dal punto di di vista psicologico. Ieri la Roma ha giocato bene e non meritava di uscire, ma il secondo tempo di Lione è stato decisivo ed è in quei 3 gol che la squadra giallorossa ha compromesso il passaggio del turno. La Roma ha qualche partita difficile e come calendario è più io meno alla pari con il Napoli, ma può contare sul vantaggio che ha sugli azzurri. La situazione societaria è incerta, Saplletti sembra essere intenzionato ad andar via e non è una situazione semplice per giocare. In rutto questo, se dovesse perdere con la Lazio, si potrebbe scatenare una polemica che potrebbe favorire il Napoli”.

Carlo Muraro, allenatore: “L’Empoli è un po' depressa, ha avuto il contraccolpo dopo la sconfitta interna col Genoa seppur meritata. Nell’ultima partita di campionato, ha subito la fisicità del Chievo e quella grande voglia di vincere. Nel calcio moderno ci vuole più fisicità e la palla corre di più rispetto ai nostri tempi, ma allo stesso tempo il gioco è molto più organizzato. Prima c’era la marcatura ad uomo, oggi invece è cambiato tutto. Sarri fa giocare un bel calcio al Napoli, c’è tanto movimento senza palla e i passaggi sono dettati da tempi giusti per cui c’è da divertirsi. Poi è vero che non sempre si vince e in Italia in particolare vince sempre la squadra che subisce meno gol ossia sempre la Juventus. L’Empoli è una squadra che in casa riesce a tenere la porta inviolata, l’ha fatto per 10 partite di fila per cui è vero che ha problemi in fase offensiva, ma difende molto bene. Il Napoli troverà una squadra che ha bisogno di fare punti per cui guai a sottovalutare l’avversario”.

Antonio Di Gennaro, ex calciatore: “Il popolo di Barcellona spingeva in maniera incedibile contro il Psg, ma sono convinto che né la Juventus né il Napoli si sarebbero fatte rimontare in quel modo. Al di là della bravura del Barcellona, che è indubbia, c’è stato anche il disastro del Psg e l’allenatore ha grande responsabilità perché non si può uscire così dalla Champions. Alla luce di tutto ciò, la Juventus non è il Psg per capacità di gestire le partite. La Roma sta attraversando un periodo altalenante, certe osservazioni di Spalletti la dice lunga sul momento mentre il Napoli si è ripreso dopo l’eliminazione in Champions ed ha riconquistato punti. Entrambe sono lì e se la giocheranno fino alla fine, ma credo che sul finire il Napoli avrà più freschezza e questo può essere un grande vantaggio”.

Guido Angelozzi, direttore tecnico del Sassuolo: “Tanti calciatori sono venuti fuori durante la mia attività calcistica, ma Fabio Grosso è il calciatore che mi ha dato più soddisfazioni perché è diventato campione del Mondo. E’ un ragazzo splendido e certamente farà carriera anche da allenatore perché è molto intelligente. Anche Di Francesco è stato con me a Perugia, quando facevo lì il direttore. La Roma è forte e domenica sarà arrabbiata. Sarà difficile per la squadra giallorossa vincere il campionato, ma è in lotta col Napoli per cui parliamo di una big. Siamo contenti perché non stiamo disputando un grandissimo campionato come l’anno scorso, ma abbiamo disputato due competizioni e lo abbiamo fatto bene pur non avendo la rosa attrezzata per la doppia competizione. Poi, ad inizio stagione abbiamo avuto tanti infortunati per cui abbiamo fatto fatica. Di Francesco ha altri 2 anni di contratto, sta lavorando benissimo al Sassuolo per cui ad oggi lo vedo ancora con noi. Sarri non è una sorpresa, è un top coach in Europa e non solo in Italia. Si sono accorti tardi di lui perché in Italia a volte ci facciamo sfuggire delle situazioni”.

Luca Telese, giornalista: “L’uscita dall’Europa League è stata una catastrofe, per strada dopo la partita c’era un silenzio incredibile e ce l’ho con Dzeko che è una pippa. La Roma non regge emotivamente e Dzeko ne è l’esempio. In Europa noi italiani siamo così e ci basta poco per emozionarci e altrettanto poco per crollare. L’unica soddisfazione in questa giornata è il Barcellona, che farà una partita da leone contro la Juventus. Questa in Europa League sarà una sconfitta devastante per la Roma. Dzeko è il giocatore più alto della serie A e non segna di testa per cui io lo darei al Napoli e prender i Mertens. Sarri ha trasformato il belga in una miniera da gol e magari se allenasse Dzeko riuscirebbe a farlo segnare”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
26/06/2017 - DE GUZMAN, L’AGENTE: “NESSUN ATTRITO CON IL NAPOLI. UNA SOLUZIONE SI TROVERÀ”

26/06/2017 - CALCIOMERCATO NAPOLI: MARIO RUI POSSIBILE PRIMO COLPO, SETTIMANA DECISIVA PER REINA

26/06/2017 - DE CANIO: “REINA È FONDAMENTALE PER IL NAPOLI”

23/06/2017 - D'ANGELO, MARTORELLI, DONATO, FERRI, TIMOSSI, VENERATO, CROSETTI, DE LUCA, FAGGIANO E MARRUCCO A RADIO CRC

23/06/2017 - VENERATO, COLANTUONO, SANTOS, BELLINAZZO, DELLA MONICA, SALANDIN, CICCHETTI, PASSANTE E MANDATO A RADIO CRC

23/06/2017 - SATIN: “LIVERPOOL SU KOULIBALY? E’ NORMALE AVERE RICHIESTE, MA È DEL NAPOLI PUNTO E BASTA”

23/06/2017 - NAPOLI, ROG: “SPERO CHE LA PROSSIMA STAGIONE VADA MEGLIO”

23/06/2017 - NAPOLI, LA SERIE A DI DE LAURENTIIS: “UNA SOLA RETROCESSIONE E 16 SQUADRE”

23/06/2017 - NAPOLI, IL LIVERPOOL DICE “NO” PER ALBERTO MORENO

22/06/2017 - A RADIO CRC: IAVARONE, IMPARATO, D'ANGELO, BARIGELLI, ROSSI, CALEMME, MONDONICO, MONFRECOLA E GIRALDI

22/06/2017 - REINA, IL PADRE: “FACCIO IL TIFO PERCHÉ RESTI A NAPOLI, MA NON DECIDO IO”

22/06/2017 - CALCIO NAPOLI: INSIGNE CI CREDE “SIAMO FORTI”

22/06/2017 - CALCIO: IL MERCATO DEL NAPOLI TARDA A DECOLLARE

21/06/2017 - IEZZO, TAIBI, BORGHI, CANNELLA, DI FEO, PARDO, GALLI, PISANI, BORRIELLO VENERATO, PERINETTI, PACCHIONI E MOLARO A RADIO CRC

21/06/2017 - CALCIOMERCATO NAPOLI: L'INTESA COL GIOCATORE OUNAS È AD UN PASSO

21/06/2017 - GIACCHERINI, L’AGENTE: “LEGGO CHE IL NAPOLI CERCA TANTI ESTERNI”

21/06/2017 - NAPOLI, L’EX TAGLIALATELA: “MERET È COMPLETO E GIÀ PRONTO

21/06/2017 - NAPOLI, ALLAN IN USCITA: C’È L’INTER

21/06/2017 - NAPOLI, REINA AI TIFOSI: “SONO IN PAUSA DI RIFLESSIONE”

20/06/2017 - NINO D'ANGELO: 'INSIGNE N.10 NAPOLI? UN PÒ PESANTINO'

20/06/2017 - PISTOCCHI, CALLEGARI, MAROLDA, PARISI, GIUFFREDI, DONATELLI, LAUDISA, CALAIÒ, PERILLO, VALCAREGGI, AGOCH E DECARLI A RADIO CRC

20/06/2017 - MARADONA, IL LEGALE: “VUOLE ESSERE A NAPOLI PER FESTA DEL 4 LUGLIO, MA CI SONO RITARDI BUROCRATICI”

20/06/2017 - NAPOLI, SARRI: “VACANZE” A VISIONARE DVD. SUL MERCATO SI LAVORA PER MERET

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1