1
OGGI: 24/05/2017 09:46:01 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Motori
Bookmark and Share Condividi la notizia
RALLY: DUE MORTI ALLA TARGA FLORIO, GARA ANNULLATA
4 21/04/2017 - Tragedia alla 101esima edizione della Targa Florio e gara annullata. Un pilota ed un commissario di gara, infatti, hanno perso la vita a seguito di un incidente avvenuto in uno dei tornanti di localita' Piano Torre, in territorio di Isnello. Le vittime sono Mauro Amendolia, 53 anni, pilota, e il commissario di gara Giuseppe Lagana'. Secondo una prima ricostruzione fornita dai carabinieri, il pilota avrebbe perso il controllo finendo fuori strada e investendo il commissario di gara. Pilota e commissario di gara sarebbero morti sul colpo. Ferito il navigatore dell'auto finita fuori strada, ricoverato all'Ospedale Giglio di Cefalu'. Si tratta della figlia del pilota Amedolia, Gemma, di 27 anni. I due erano a bordo di una Mini Cooper del team Messina-Racing. A seguito di questo incidente, la 101^ Targa Florio Rally Internazionale di Sicilia, terza prova del Campionato Italiano Rally, Campionato Italiano Rally Autostoriche e Campionato Regionale e' stata annullata.

Per il suo ideatore, Vincenzo Florio, la sua Targa era "la corsa piu' lenta" al mondo, e quindi poco pericolosa. Ma tutte le gare, piu' o meno importanti, da Indianapolis, a Le Mans, alla Dakar, e fino alla Targa Florio, hanno pagato un tributo di morti e feriti. Ripercorrendo gli annali si ricorda la dipartita del conte Giulio Masetti il 25 aprile del 1926, finito fuori strada con la sua Delage nel corso del 1º giro. Era la Targa numero 17 e Masetti gareggiava con il numero 13. Un numero che poi e' stato "cancellato" da tutte le gare del mondo. Solo lo scaramantico pilota venezuelano Pastor Maldonado, lo volle sulla sua Lotus di F.1. Il 9 giugno del 1934 tocco' a Giovanni Alloatti con la sua Bugatti T35B. Il 9 maggio del 1958 fu Sergio Der Stepanian, su Ferrari Berlinetta 250, a perdere la vita. Nel 1971 il pilota triestino Fulvio Tandoi ebbe la sfortuna di finire contro un albero con la sua Alpine Renault, sbattendo proprio dal suo lato. E per lui non ci fu nulla da fare. La celebre corsa sul Circuito delle Madonie e' stata inserita nel Mondiale sport prototipi fino al 1973, anno in cui si registrarono una serie di incidenti che gli fecero perdere la titolarita' iridata. Anche se non in gara, ma in prova sul circuito aperto al traffico, perse la vita l'inglese Charles Blyth, alla guida di una Lancia Fulvia HF.

Ferrari, Alfa Romeo, Porsche, Abarth, Osella erano troppo potenti per continuare a gareggiare sulle strade delle Madonie. La gara di velocita', pero', continuo' ancora fino alla 61a edizione del 1977. Era il 15 maggio, quando la Osella-BMW di Gabriele Ciuti, che aveva perso il cofano posteriore usci' di strada in un tratto di misto-veloce dopo il velocissimo rettilineo di Buonfornello, finendo tra i tanti spettatori di una domenica fino a quel momento festosa, provocando due morti e tre feriti gravissimi, compreso lo stesso pilota. La gara venne sospesa e la classifica stilata al termine del quarto degli otto giri previsti. Per non farla sparire dal panorama delle corse fu deciso di trasformarla in una gara di Rally. Anche in questa versione, purtroppo, prima di quelle di oggi, si sono registrate delle vittime. Nel 2012 tocco al 24enne gallese Gareth Roberts, navigatore del pilota della Peugeot 207, Craig Breen. La loro vettura fini' contro il guardail nel corso della prima prova speciale della seconda tappa nei pressi di Cefalu'.

"In segno di lutto e sensibilità verso le famiglie del Commissario di gara Giuseppe Laganà e del pilota Mauro Amendolia, tragicamente scomparsi oggi sul percorso di gara, l’Automobile Club di Palermo in accordo con i vertici della Federazione ha provveduto ad annullare la parte competitiva della 101^ Targa Florio, che consiste nel CIR, Historic Rally e Campionato Regionale. Il nostro pensiero va a Gemma Amendolia ed a tutta la Famiglia, così come ai familiari del commissario Giuseppe Laganà” ha detto Angelo Pizzuto Presidente Automobile Club Palermo nel corso della conferenza stampa. "L’incidente è accaduto durante lo svolgimento della Prova Speciale n. 3 denominata 'Piano Battaglia 1', iniziata alle ore 10.59, come previsto sulla tabella dei tempi e delle distanze. Il concorrente n. 29 ha preso lo start effettivo della prova alle ore 11.28 rispettando la cadenza temporale prevista sia nella tabella dei tempi e delle distanze, sia nella tabella di marcia ad esso consegnata. Dalle ore 11.37, la direzione di gara provvedeva a chiedere notizie a mezzo radio di sicurezza, dell’equipaggio N. 29, secondariamente all’analisi del sistema tracking system, che rilevava l’equipaggio in questione fermo lungo il percorso senza aver lanciato alcun segnale di SOS, ma fermo. Tali informazioni venivano richieste alle postazioni dei commissari ubicate dall’intermedio n.1 in ordine crescente verso il controllo stop; dal Km 7 +500 fino al controllo stop compreso. Tali azioni di richiesta informazioni venivano poste in atto perché l’equipaggio n.29 non era transitato dalla postazione dei commissari n. 31, ubicata al Km. 9+630" racconta il direttore di gara Marco Cascino.

"Con immediatezza si richiedeva a mezzo radio al controllo stop, situato al Km. 14+500 dallo start, di procedere a cura del Responsabile del controllo stop stesso, a fare richiesta agli equipaggi n. 30 e 32 di notizie sul concorrente n. 29 fermo lungo la Prova Speciale indicata. Si precisa che gli equipaggi n. 30 e n. 32 raggiungevano rispettivamente il controllo stop alle ore 11.44.19 e alle ore 11.46.48. Il responsabile del controllo stop ci riferiva di avere appreso dai sopracitati equipaggi che il n. 29 si trovava ferma lungo il percorso oggetto di incidente senza alcuna esposizione del cartello SOS. La Direzione di Gara avviava l’esposizione della bandiera rossa da tutti i posti di intermedio, della quale erano efficacemente dotati alle ore 11.49 arrestando la gara dei concorrenti n. 201 - 202- 203 - 204, che sono stati fermati nel corso dell’effettuazione della prova.

Con immediatezza e non appena controllato che il percorso fosse libero, la Direzione Gara avvalendosi del coordinamento sanitario del Medico Capo del servizio, Dottor Davide Di Fabrizio, inviava i soccorsi per la gestione dell’emergenza sanitaria e dell’incidente nella sua interezza, che giungevano sul posto rispettivamente, l’ambulanza di rianimazione con il medico rianimatore ubicata alla postazione intermedio 1 al Km.

7+500 alle ore 11.53; il team di decarcerazione/antincendio posizionato come da norma sportiva A.C.I. allo start Km. 0+000, giungeva successivamente” conclude Cascino. “I sanitari si apprestavano con solerzia ad apportare soccorso alle persone coinvolte nell’incidente. Il quadro che a loro appariva era quello del coinvolgimento nell’incidente di tre persone rispettivamente, i due componenti dell’equipaggio e il commissario in servizio presso la postazione 30. I sanitari giunti sul posto non potevano fare altro che constatare il decesso del primo conduttore Amendolia Mauro e del commissario di percorso Laganà Giuseppe e procedere all’estrinsecazione complessa del secondo conduttore Amendolia Gemma. La ragazza è sempre stata vigile e cosciente ed è stata trasportata all’Ospedale di Petralia Sottana, dove è stata sottoposta a TAC che ha escluso emorragie celebrali. C’era uno stato commotivo per cui si è preferito trasferirla presso la rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo, mettendola in coma farmacologico per ulteriore protezione” riferisce il dottore Di Fabrizio.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
22/05/2017 - VINALES VINCE, ROSSI CADE E PERDE TESTA MOTOGP

22/05/2017 - NICKY HAYDEN RESTA GRAVISSIMO. AUTOMOBILISTA INDAGATO PER LESIONI STRADALI (VIDEO MOTOGP)

20/05/2017 - ALONSO ANCORA 4° NELLE LIBERE DELLA 500 MIGLIA DI INDIANAPOLIS

20/05/2017 - HAYDEN LOTTA PER LA VITA. L'AUTOMOBILISTA SOTTO SHOCK: SBUCATO ALLO STOP

20/05/2017 - MOTOGP: MALTEMPO PROTAGONISTA DEL VENERDI' A LE MANS

19/05/2017 - MILLE MIGLIA, SI PARTE: 450 AUTO STORICHE IN GARA

19/05/2017 - ROSSI E IL MESSAGGIO PER HAYDEN: "FORZA NICKY, SIAMO CON TE"

19/05/2017 - MOTOGP: ROSSI PRONTO A DIFENDERE PRIMATO DALLE HONDA

19/05/2017 - CONDIZIONI HAYDEN RESTANO "ESTREMAMENTE GRAVI"

18/05/2017 - INVESTITO IN BICI VICINO A RICCIONE, GRAVE NICKY HAYDEN

17/05/2017 - MARQUEZ: LE MANS È UNA PISTA PARTICOLARE, DIFFICILE FARE PREVISIONI

17/05/2017 - ALONSO: “RITROVATO STESSO FEELING CON LA MONOPOSTO”

17/05/2017 - MOTOGP, ROSSI: A JEREZ NON BENISSIMO, PERO' SONO ANCORA DAVANTI

15/05/2017 - F1, VETTEL 'SAREBBE STATO BELLO VINCERE'

15/05/2017 - F1, DUELLO INFINITO HAMILTON-VETTEL

15/05/2017 - F1, RAIKKONEN: "COLPITO DA DIETRO, CREDO DA BOTTAS"

15/05/2017 - F1: IN SPAGNA HAMILTON VINCE DUELLO CON VETTEL

15/05/2017 - F1: VETTEL RESTA LEADER DEL MONDIALE

12/05/2017 - F1, GP SPAGNA: MERCEDES DAVANTI A FERRARI IN PRIME LIBERE

12/05/2017 - GP SPAGNA, RAIKKONEN: “SICURO CHE SAREMO IN GRADO DI LOTTARE”

12/05/2017 - F1: VETTEL "CONCENTRATI PER BATTERE MERCEDES"

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1