1
OGGI: 25/05/2017 10:33:47 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Beccalossi, Pardo, Mazzola, De Paola, Venerato, Lucariello e De Canio a Radio Crc
4 25/04/2017 - A Radio Crc è intervenuto Evaristo Beccalossi, ex calciatore: “Non sono infuriato per come sta andando l’Inter perché è troppo facile sparare a zero quando le cose vanno male. Qualche problema c’è, ma bisogna ragionare molto e iniziare a pensare per riportare l’Inter a certi livelli. In un mese l’Inter ha perso molto e la prossima gara di campionato col Napoli non è delle più semplici. Segnare 3 gol a Firenze non è semplice per un bomber, ma poi non si può tornare a casa con 0 punti. Quando l’Inter si muoveva da squadra ha portato a casa buoni risultati, adesso mi pare che ognuno si muova un po' per se. Non avrei esonerato Pioli dopo la sconfitta di Firenze, in questo momento mi aspetto molto da chi è vicino alla squadra e all’allenatore. Bisogna chiudere il meglio possibile questa stagione e per farlo bisogna giocare di squadra e poi a fine anno si tireranno le somme. Cambiare allenatore adesso non credo significhi risolvere il problema. Il Napoli è una delle squadre che gioca meglio, forse deve migliorare in qualcosa e riuscire a portare a casa un buon risultato anche nelle gare sporche. La Juve ha dimostrato che non sempre serve giocare benissimo e il Napoli sta crescendo tantissimo, ma deve limare solo qualcosa. Quando guardi il Napoli lo spettacolo è assicurato anche perché la squadra azzurra dà la sensazione che a momenti segnerà ed è bellissimo. Il Napoli è favorito domenica sera, noi speriamo di ricompattarci un pò, ma se guardo i valori, il Napoli è superiore”.

Pierluigi Pardo, giornalista: “Il pareggio di ieri è sanguinoso ed è vero che il Napoli può ancor raggiungere il secondo posto, ma anche ieri ha confermato che questa squadra commette troppi errori. Se si vuole crescere, bisogna guardare con affetto e lucidità e dire che il Napoli diverte, ma le vittorie passano attraverso il salto di qualità che non c’è stato. Non si può pareggiare col Sassuolo e bisogna essere consapevoli che ci sono ancora dei limiti. Il grande entusiasmo è positivo, ma non deve annebbiare la visuale: il Napoli è una grande squadra, ma manca molto per fare il salto di qualità. Il Napoli è una realtà del calcio internazionale, la squadra gioca bene, Sarri è bravissimo e se ci si vuole accontentare va benissimo, ma l’approccio di ieri è stato sbagliato”.

Sandro Mazzola, ex calciatore: “Il Napoli ha dei giocatori molto forti a centrocampo e in attacco e può mettere in difficoltà chiunque e domenica sarà una bella partita. Chiaramente non tiferò Napoli e sarà dura per gli azzurri perché quando arrivano quelli forti, la squadra nerazzurra si prepara bene. Se arrivasse Simeone, toglierei il cappello perché so come lavoro e che anima ha. E’ uno che sa insegnare calcio e mi dispiacerebbe per Pioli, ma davanti a Simeone tolgo il cappello. Secondo posto? Due punti di questi tempi sono una bella eredità, ma questo campionato è tutto da giocare fino alla fine”.

Paolo De Paola, direttore di Tutto Sport: “In Italia già si applica un gioco aperto e tutte le squadre, anche le piccole, giocano fuori casa come se stessero giocando in casa. La ricerca dello spettacolo si concilia anche con quella del risultato perché è attraverso quest’ultimo che si arriva alle necessarie gratificazioni emozionali e economiche che arricchiscono il patrimonio e la crescita della società. Non è vero che le differenza di bilancio tra Juve e Barcellona hanno un significato evidente. Credo che il movimento tecnico calcistico italiano è in assoluta crescita e i nostri allenatori sono i migliori in Europa, abbiamo esportato tantissima qualità. Resto sconcertato quando si dice che un 5-4 tra Fiorentina e Inter è stato spettacolare perché ritengo ci siano stati troppi errori”.

Ciro Venerato, giornalista: “Rinnovo Mertens? C’è un progressivo ottimismo da parte del Napoli, ma finché non si mette nero su bianco, parliamo del nulla. Il Napoli spera di fare breccia nel cuore della miglia del belga anche perché se dipendesse da Mertens credo che il rinnovo sarebbe già arrivato. Szczesny è il primo nome, il tutto passa dalla guida tecnica dell’Arsenal. Wenger potrebbe dare una mano al Napoli che è proto a fare un’offerta di 5 anni al calciatori per un ingaggio di 3 milioni. Il calciatore non intende prolungare il contratto con Szczesny, ma è impensabile che il Napoli possa pagare 16 milioni il cartellino del portiere dell’Arsenal. Szczesny vedrebbe bene un futuro in azzurro anche perché De Sanctis ha parlato sempre benissimo della piazza azzurra. Non bisogna però scartare il nome di Neto percgè il Napoli lo segue, ha parlato con l’agente”.

Gianfranco Lucariello, giornalista: “Il Napoli ha commesso qualche errore, ma non può arrendersi adesso. Il secondo posto è ancora ad un passo, ma non mi piacciono questi riferimenti al fatturato, è un argomento trito e ritrito e il calcio non è solo fatturato altrimenti Sarri deve spiegarci le sconfitte con l’Atalanta e tutti i risultati negativi contro squadre che fatturano meno del Napoli. L’allenatore è umano e può sbagliare e mi chiedo se sia stato giusto ieri contro il Sassuolo far giocare Hamsik dopo una settimana in cui si è fermato per qualche problemino fisico”.

Gigi De Canio, allenatore: “Il Napoli deve credere ancora al secondo posto e magari stasera la Roma vincerà e il distacco aumenterà, ma la prestazione di ieri autorizza il Napoli a credere nella Champions diretta. Conta la competenza nel calcio e il Napoli ha investito molto, ma probabilmente non c’è stato quel salto di qualità. La Juventus ha speso 90 milioni di euro per Higuain ed è giusto che lo faccia giocare e dia il suo apporto, invece il Napoli ha speso 40 milioni per difensori che sono in panchina e questo vuol dire che non hanno dato un valore aggiunto alla squadra".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/05/2017 - CALCIO NAPOLI: BORRIELLO, I LAVORI PER LO STADIO INIZIERANNO ALLA FINE DEL CAMPIONATO

24/05/2017 - MIGUEL REINA: "PEPE È ORGOGLIOSO DI INDOSSARE LA MAGLIA DEL NAPOLI. IL SUO FUTURO DIPENDERÀ DA DE LAURENTIIS"

24/05/2017 - TIMOSSI, FOCOLARI, DE LUCA E SABATINI A RADIO CRC

22/05/2017 - SERIE A: NAPOLI-FIORENTINA 4-1, VIOLA TRAVOLTI DA SUPER MERTENS, NUOVO PRIMATO PUNTI

22/05/2017 - CRAVERO, VARRIALE, PARDO, DELLA MONICA, PERILLO, SERENA, VENERATO E BENVENUTI A RADIO CRC

22/05/2017 - CALCIO NAPOLI: BRUNO SATIN, PROCURATORE DI KOULIBALY

22/05/2017 - SOUSA, NAPOLI TRA LE PIÙ FORTI MAI VISTE

22/05/2017 - NAPOLI: SARRI "CAMPIONATO STREPITOSO"

20/05/2017 - FIORENTINA: A NAPOLI SENZA SANCHEZ

20/05/2017 - BOTTA E RISPOSTA TRA SARRI E AGNELLI SUI FATTURATI DELLE SQUADRE

20/05/2017 - NAPOLI, SARRI: "IL SECONDO POSTO? INTANTO BATTIAMO TUTTI I RECORD"

19/05/2017 - CALCIOMERCATO NAPOLI: MERTENS RINNOVA FINO AL 2020

19/05/2017 - CALCIO, FIORENTINA; SOUSA: NAPOLI FORTE, MA SCOMMETTO SU NOSTRO GIOCO

19/05/2017 - A RADIO CRC È INTERVENUTO IL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE POLACCA ZBIGNIEW BONIEK

19/05/2017 - TIMOSSI, BUCCHIONI, LUCCHESI, CAPUTI, IACHINI, BASANOVIC E NELA A RADIO CRC

19/05/2017 - DE CANIO, BROVARONE, ANTINELLI, PARDO, PRANDELLI, PALERMO, VENERATO E SAVINI A RADIO CRC

18/05/2017 - NAPOLI: POCHI DUBBI DI FORMAZIONE CONTRO LA FIORENTINA

18/05/2017 - NAPOLI, ALBIOL: "UNO SCUDETTO QUI SAREBBE COME UN MONDIALE"

17/05/2017 - CALCIO, NAPOLI: DUE GRUPPI DI LAVORO, IL SENEGAL CONVOCA KOULIBALY

17/05/2017 - CHIESTI QUATTRO ANNI DI CARCERE PER MICCOLI, ESTORSIONE AGGRAVATA DA METODI MAFIOSI

17/05/2017 - CATTANEO, ROSSI, GIULIANI, CAMICIOLI, PAZIENZA, PICCININI, PASQUALIN, SEMPLICI E DELLE DONNE A RADIO CRC

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1