1
OGGI: 25/05/2017 10:33:30 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs rssrss Capri Watch

fbfacebook

@contatti
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
SERIE A: ATALANTA PAREGGIA 1-1 COL MILAN E CENTRA L'EUROPA, FIORENTINA VINCE CONTRO LA LAZIO
4 15/05/2017 - Quinto posto in classifica ancora non blindato ma ingresso matematico in Europa League. Missione compiuta per l'Atalanta, che nel secondo anticipo della 36esima giornata di Serie A, fa festa allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia pareggiando con il Milan per 1-1. Le reti portano la firma di Conti e Deulofeu. Approccio giusto, quello degli orobici, che da subito mettono pressione alla difesa avversaria con Gomez e Petagna. Troppi errori tra i rossoneri, con il solo Lapadula che prova a rendersi pericoloso. La svolta del match arriva a fine primo tempo. Al 44' Donnarumma è bravissimo nell'ipnotizzare Gomez ma, qualche secondo dopo, non riesce a bloccare un cross di Spinazzola, favorendo così il tap-in di Conti, che regala ai suoi l'1-0. Il match non cambia volto in avvio di ripresa, con l'Atalanta sempre in grado di far male alla retroguardia ospite. C'è spazio per Bacca, Donnarumma si riscatta parzialmente al 21', mettendo in angolo una conclusione di Kessie. Nel finale, si susseguono i cambi e Lapadula, al 38', tira centralmente tra i guanti di Berisha. Al 42', ecco la 'doccia fredda' per i padroni di casa con una conclusione 'sporcata' di Deulofeu, partito in posizione irregolare, che fissa il risultato sull'1-1.

Noiosa nel primo tempo, spettacolare nella ripresa. Partita folle e indecifrabile al Franchi dove la Fiorentina batte 3-2 la Lazio. La apre Keita al 10° della ripresa, ma è una rete che, insieme alle mosse di Sousa (tre cambi in simultanea), paradossalmente sveglia la Fiorentina che pareggia con Babacar (22°), va in vantaggio con Kalinic (28°), si ritrova sul 3-1 per l'autorete di Lombardi (31°), poi seppur in 11 contro 10 (Inzaghi perde Parolo per infortunio) subisce il 3-2 Murgia (36°). Finisce così e per la Fiorentina sono tre punti che pesano e che tengono in vita le residue speranze di Europa League. Per la Lazio tanti rimpianti, ma il quarto posto è saldamente in mano alla squadra di Inzaghi che, però, in chiave finale di Coppa Italia deve fare i conti con gli infortuni di Lukaku e Parolo.

Paulo Sousa non rinuncia alle ormai classiche novità di formazione e nel suo 3-4-2-1 schiera Olivera a sinistra, mentre sulla trequarti ci sono Bernardeschi e Cristoforo con Babacar unica punta e Kalinic in panchina. Corposo turnover per la Lazio che mercoledì sfiderà la Juventus nella finale di Coppa Italia. Inzaghi piazza Murgia al fianco di Parolo e schiera Luis Alberto e Keita alle spalle di Djordjevic. Ritmi bassi, i biancocelesti sono praticamente sicuri del quarto posto, hanno una finale da disputare tra 72 ore, schierano una formazione imbottita di riserve, eppure fanno la partita, trovando poca resistenza in una Fiorentina apatica. La Lazio colleziona angoli nei primi minuti, mettendo in difficoltà la difesa viola affidata a Tomovic, De Maio e Astori. Eppure il primo tiro in porta è di Bernardeschi che da 39 metri impegna Strakosha costringendolo a un intervento in tuffo. Tra i biancocelesti bene Luis Alberto. Lo spagnolo dimostra di avere tecnica e visione di gioco. Ci prova tre volte, nella seconda, al 21°, colpisce la parte alta della traversa con una punizione da posizione impossibile, mentre al 28°, è bravissimo Tatarusanu a respingere il suo sinistro a girare. La Viola, forse giù di tono anche per il freddo ambiente del Franchi, ci prova con una girata di Babacar e un tiro di Chiesa, ma Strakosha non corre nessun rischio. Il primo tempo si chiude con un tiro dalla distanza di Djordjevic che non trova la porta, si va negli spogliatoi sullo 0-0 tra i fischi del pubblico viola.

Nessun cambio nella ripresa, ma dopo 4 minuti Inzaghi perde Lukaku per infortunio e al suo posto entra Lombardi. Al 9° Luis Alberto e Keita creano, ma il senegalese spreca, un minuto dopo, però, dopo una palla che Parolo ruba a Cristoforo, la coppia ci riprova e questa volta va a bersaglio con Keita che, al 10°, di destro mette dentro su assist dello spagnolo: Tatarusanu tocca ma non trattiene. Il gol subito sveglia la Fiorentina che reagisce orgogliosamente, ma De Maio non trova la porta da 4 metri e il tiro di Borja Valero non preoccupa Strakosha che, al 13°, è bravissimo a dire di no a Babacar. Sousa decide di rivoluzionare la sua squadra con tre cambi in contemporanea: dentro Sanchez, Tello e Kalinic e due minuti dopo arriva l'1-1. Sul cross di Vecino, colpo di testa di Babacar che Strakosha, questa volta non perfetto, non trattiene. Partita improvvisamente cambiata, Strakosha dice no a Vecino, Patric dall'altra parte ha una buona chance per l'1-2 e, invece, al 28° arriva il 2-1: lo sigla Kalinic dopo un tiro di Tello respinto dal portiere. Risultato ribaltato, ma la Fiorentina che per 55 minuti, fino allo 0-1, non si era vista, ora è scatenata e al 31° arriva il 3-1: sinistro a girare di Kalinic e palo pieno che finisce tra i piedi di Lombardi che, clamorosamente, ribadisce dentro la sua porta. Per la Lazio, bella fino al 55°, è un crollo e Inzaghi, con le tre sostituzioni già fatte, perde per infortunio Parolo (finale di Coppa a rischio?) e resta in 10. Eppure non è finita: su assist di Luis Alberto, stacco imperioso di Murgia che riapre la partita. La Fiorentina va vicina al 4-2 con Tello (para Strakosha), ma il risultato non cambia. Finisce 3-2 e i viola restano in corsa per l'Europa League in un match ben giocato dal 55° in poi. Per la Lazio un ko che non compromette nulla in chiave campionato, ma che spaventa Inzaghi per gli infortuni di Lukaku e Parolo: mercoledì c'è la finale di Coppa Italia con la Juventus.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/05/2017 - RANIERI: "L'ULTIMA DI TOTTI? ROMA DEVE PRIMA CONQUISTARE IL SECONDO POSTO"

24/05/2017 - STADIO DELLA ROMA, ECCO IL PROGETTO DEFINITIVO

24/05/2017 - MORATA È L'OBIETTIVO NUMERO UNO DEL MILAN: PRONTI 60 MILIONI

24/05/2017 - MORATTI "SPALLETTI PROFILO IDEALE PER L'INTER"

24/05/2017 - STRAGE MANCHESTER, IL CORDOGLIO DI INTER E MILAN

24/05/2017 - DIPLOMA HONORIS CAUSA A TOTTI DALL’UNIVERSITÀ CA’ FOSCARI

24/05/2017 - INTER, LE SCUSE DI GABIGOL: MIO ATTEGGIAMENTO SCONSIDERATO

23/05/2017 - ARBITRI IN LUTTO, È MORTO IL DESIGNATORE FARINA

23/05/2017 - DUMOULIN SCAPPA 'AL BAGNO', IMPREVISTO PER LA MAGLIA ROSA

22/05/2017 - MILAN: MONTELLA SI GODE L'EUROPA

22/05/2017 - HARAKIRI LAZIO, L'INTER VINCE 3-1 MA È FUORI DALL'EUROPA

22/05/2017 - SERIE A: ROMA BATTE CHIEVO IN RIMONTA

22/05/2017 - CALCIOSCOMMESSE: TURA "AIUTEREMO AUTORITA'"

22/05/2017 - SERIE A: JUVE CAMPIONE, MILAN IN EUROPA, GENOA SALVO

22/05/2017 - JUVENTUS DA RECORD: MAI NESSUNO IN A HA VINTO 6 TITOLI CONSECUTIVI

22/05/2017 - "RE DI ROMA", L'OMAGGIO DI MARADONA A TOTTI

22/05/2017 - TAVECCHIO: DIRITTI TV MONDO DA RIVEDERE. TOTTI? DECIDE LUI

22/05/2017 - MAROTTA, JUVE PUNTA ANCORA SU ALLEGRI

22/05/2017 - STRISCIONE DEI TIFOSI DELLA LAZIO PER TOTTI

22/05/2017 - SASSUOLO: DI FRANCESCO, HO CONTRATTO QUI

22/05/2017 - SCUDETTO JUVE: BUFFON CELEBRA 10 TITOLI

22/05/2017 - TAVECCHIO, RIDURRE 30% SQUADRE CALCIO

22/05/2017 - CALCIO, SERIE A: ECCO GLI ORARI DELL'ULTIMA GIORNATA

22/05/2017 - BASKET: CASSINO - NAPOLI 74-78

22/05/2017 - SIMEONE, RESTO ALL'ATLETICO,SIAMO FUTURO

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1