1
OGGI: 25/11/2017 06:29:36 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Lucariello, De Napoli, Palmieri, Agresti, Anellucci, Bonacini, Cannella, Piccolo, Martorelli, Lo Monaco, Di Gennaro, Venerato, Di Fusco, Parlato e Menghini a Radio Crc
4 05/07/2017 - A Radio Crc è intervenuto Gianfranco Lucariello, giornalista: “Di questa cittadinanza onoraria a Maradona alcune cose mi piacciono, altre meno. Non mi piace che il Napoli non partecipi a questa cerimonia, mi sembra una mancanza di rispetto verso la città e i tifosi azzurri. Sono felice per Diego anche se mi spiace che nella lista ci siano anche Crispi e Garibaldi e fossi del Comune di Napoli a loro due la ritirerei. Credo che tutto il Napoli di quel tempo debba ricevere la cittadinanza e lo scenario più giusto sarebbe stato lo stadio San Paolo. Non so se il Napoli vincerà lo scudetto, ma quest’anno deve battersi per farlo perché ha la squadra giusta per contendere il titolo alla Juventus. La maglia numero 10 è una grande responsabilità e quella maglia pesa perché l’ha portata Diego”.

Nando De Napoli, ex calciatore: “Sono felice di incontrare Maradona e i miei ex compagni. E’ la sua festa, a Napoli ha dato qualcosa in più. Speriamo che la Juve sia sazia di quei tanti scudetti vinti e che nella prossima stagione il Napoli possa avere la meglio. Vorrei vedere Insigne crescere sempre di più così da dare una mano alla squadra a vincere. Solo Lorenzo può dare qualcosa in più al Napoli e spero che un giorno possa anche indossare la maglia numero 10”.

Tancredi Palmeri, giornalista: “La Roma ha cambiato tanto, è un laboratorio, l’Inter è in divenire, il Milan è interessantissimo, ma l’undici titolare è inferiore a Juventus e Napoli che credo si contenderanno lo scudetto nella prossima stagione. Negli ultimi 5 anni per 3 volte il Napoli è stato vicino allo scudetto e adesso è il momento di concretizzare. Per guardare realmente negli occhi la Juventus, al Napoli mancano due calciatori: uno di peso in difesa e uno di muscoli e forza a centrocampo”.

Stefano Agresti, direttore di calciomercato.com: “La Fiorentina sta smobilitando vendendo tutti i giocatori più importanti. La Roma qualcosa in entrata sta facendo, ma ha la stessa linea e di fronte ad offerte importanti, cede guardando poco all’aspetto tattico e più a quello economico. La Roma è un supermercato un po' come la Fiorentina per cui non vive un momento semplice e questa strategia vedremo che effetti avrà. Sul piano tecnico non sarà facile rimpiazzare Salah, Szczesny, Rudiger e potrebbe anche non essere finita. Il Napoli sta facendo un mercato perfetto. Non è facilmente migliorabile perché ha giocatori quasi eccellenti in ogni reparto. Forse si può migliorare in difesa, ma il rinnovo dei più importanti è stato fondamentale”.

Claudio Anellucci: “Non so se il Napoli vincerà lo scudetto nella prossima stagione, ma se la giocherà con la Juventus fino alla fine, sarà una lotta a due. Il Milan sta comprando molto e doveva farlo per alzare il livello qualitativo e quantitativo, ma deve diventare una squadra per Montella non sarà facile amalgamare tutti questi giocatori, non avrà un compito facile”.

Stefano Bonacini, presidente del Carpi: “Siamo nella prima fase del mercato, vedremo che situazioni si svilupperanno. Leandrinho? I direttori sportivi nel stanno parlando e se la cosa andrà avanti verrò messo al corrente. Ne parlano loro, non so nulla di più. Noi sappiamo come lavora il Napoli e Giuntoli per cui se si tratta di giovani la nostra porta è aperta. Dobbiamo prima chiudere il discorso uscite e poi vedremo che integrazione fare. Lascio il lavoro a Lauriola. Il Napoli non ha cambiato nulla per cui quest’anno può davvero essere importante. Ogni campione ha fatto la sua era, il Napoli oggi vive una nuova dimensione e con tutto il rispetto per Maradona, ma non credo che togliere una maglia faccia sì che un calciatore venga apprezzato di più”.

Giuseppe Cannella, intermediario di mercato: “Il Napoli sta raggiungendo i propri obiettivi e non è che dovesse fare molto sul mercato. Strinic è il calciatore che ha più mercato, il Galatasaray su tutti è interessato, ma non farà fatica a trovare squadra non appena il Napoli prenderà Mario Rui. Giaccherini ha storia, sceglierà lui la destinazione e il club azzurro dovrà solo accontentarlo e poi ci sono i vari Zuniga e De Guzman da piazzare Il Milan è da 3 anni che non fa mercato, ma adesso c’è entusiasmo e disponibilità economica. Vedremo se le strategie saranno giuste anche perché oggi spendere tanto non è un problema, ma poi ci sono gli ingaggi e se non sarà come si prospetta non so che futuro possa avere il Milan”.

Fabrizio Piccolo, giornalista: “E’ vero che non è facile piazzare giocatori come Zapata, Giaccherini o Zuniga, ma la grande novità rispetto agli anni passati è che gli esuberi del Napoli sono tutti di livello per cui non credo sia difficilissimo trovare acquirenti. Pavoletti doveva essere un rinforzo, non lo è stato per una serie di ragioni, ma è un patrimonio del Napoli perché ha un valore e può essere utile. Ad oggi, però, con tutti gli attaccanti in azzurro credo che la cosa migliore sia andar via”.

Giocondo Martorelli, operatore di mercato: “Zapata può avere mercato, non ha un contratto altissimo per cui può essere piazzato. Discorso diverso invece va fatto per Giaccherini e Maggio che vista l’età e l’ingaggio sarà più difficile trovargli squadra. Pavoletti è arrivato a Napoli in un momento storico particolare, è stato pagato anche più del suo valore e se il Napoli oggi decidesse di privarsi delle sue prestazioni, dovrà mettere in preventivo di erodere del denaro. Reina è un grande professionista e credo che appena inizierà la stagione darà tutto per il Napoli anche perché se vorrà continuare a giocare sarà necessario rimettersi in mostra”.

Pietro Lo Monaco, dirigente: “Reina rappresenta un elemento importante del Napoli, ma si avvia ad essere avanti negli anni e fa bene il club a cautelarsi. Il Napoli ha bisogno di un portiere carismatico e Reina ha tanto carisma perché è un catalizzatore nel gruppo, ma non ha fornito un rendimento top e fossi nel club mi organizzerei per sostituirlo. Meret meriterebbe tutti i soldi investiti perché parliamo di un profilo importate e che può rappresentare il futuro del Napoli. Non penso che il rendimento in campo di Reina dell’ultimo anno sia stato brillante per cui il club azzurro deve cautelarsi e Meret mi sembra la migliore soluzione”.

Antonio Di Gennaro, ex calciatore: “Non so se il rapporto tra Reina e il Napoli si sia incrinato, ma fa bene il club a guardarsi attorno perché lo spagnolo non è più giovanissimo ed è fondamentale inserire un portiere che possa essere il presente ed il futuro. Credo che Meret possa essere il portiere del futuro del Napoli perché è vero che è giovane, ma è già maturo. Prendere un 12esimo e tenerlo in panchina a scaldare la poltrona a poco serve”.

Ciro Venerato, giornalista: “Berardi è a notizia più importante delle ultime ore. C’è stato un colloquio con il procuratore del calciatore, Giuntoli ha chiesto informazioni sul contratto e sulle aspirazioni del ragazzo, se c’erano problemi con i diritti di immagine e gli ha esposto il progetto tecnico che il Napoli ha in mente per Berardi. Il club azzurro potrebbe il prossimo anno cedere Callejon e quindi puntare su Berardi. Il ragazzo è interessato, ma ha un debole per Di Francesco e lo stesso allenatore sogna di portare il ragazzo nella Capitale anche se non sarà difficile perché il Sassuolo lo valuta 50 milioni. Il Napoli ha la possibilità di portarsi avanti, il ragazzo è tifoso dell’Inter e per questo ha detto no alla Juventus. Duvan Zapata potrebbe coronare il suo sogno di giocare nel Torino e questi sono giorni decisivi per lui. Mihajlovic sta spingendo parecchio e Cairo ha migliorato l’offerta: il Napoli potrebbe chiudere a 20 milioni comprensivi di bonus. L’ingaggio non sarà un problema, quella di Zapata è un’operazione che il Toro può fare. Mario Rui al Napoli è fatta, bisogna solo aspettare l’annuncio. La distanza è di 1,5 milioni quindi è praticante fatta. Il Napoli spera di convincere Neto a giocarsela un anno con Reina. Continuano i colloqui telefonici per Berenguer, ma non credo che il Napoli possa chiudere in questa settimana perché vuole tirare ancora un pò sul prezzo aumentando i bonus e diminuendo la base fissa. C’è l’ok del giocatore che dirà no ad ogni altra offerta”.

Raffaele Di Fusco, ex calciatore: “Maradona ha sempre avuto Napoli nel cuore, è legato alla città da sempre. Quest’anno si può puntare al titolo perché avremo un Sarri in più. L’allenatore ora ha più esperienza, al pari dei calciatori e sono certo che non si perderanno più tanti punti contro le piccole. Nel girone di ritorno della scorsa stagione abbiamo visto un Napoli diverso perché ha cambiato atteggiamento, ma poi al giro di boa, squadra e allenatore hanno maturato esperienza sbagliando sempre meno. C’è stata grande sfiducia nei confronti di Sepe e Rafael, dimostrata dalla titolarità di Reina, in campo anche non in perfette condizioni. Sepe ha grandi doti, ma non gioca da 2 anni”.

Manuel Parlato, giornalista: “Maradona è un napoletano adottivo e questa sensazione c’è sempre stata, dal primo giorno che ha messo piede in città. Quando arrivò, tanti pensammo che il Napoli finalmente poteva vincere lo scudetto. Se c’è una pecca in questa cittadinanza onoraria a Maradona è la location: credo che il San Paolo sarebbe stato il palcoscenico ideale. La grana Reina tiene banco perché può stabilire il futuro del Napoli. Non fa bene alla squadra questa incertezza: il club deve decidere presto perché parliamo di un ruolo fondamentale”.

Romedio Menghini, assessore allo sport del comune di Dimaro-Folgarida: “C’erano tanti tifosi del Napoli ad attendere l’arrivo della squadra, siamo pronti per iniziare questo ritiro. Ci sarà tanto intrattenimento per i tifosi, organizzeremo eventi, ma non vi svelo tutto, dico solo che vi troverete bene per tutta la ditata del ritiro. Nella primavera dell’anno prossimo scadrà il contratto col Napoli quindi c’è tempo per una trattativa che si farà. Occorre la disponibilità di tutti, in primis del presidente. De Laurentiis è preciso e meticoloso quanto è scritto è sempre stato rispettato sia a favore che contro. Ci sono tanti volontari che ci stanno aiutando per l’ordine pubblico, oltre ai vigili, ma non ci sarà particolare bisogno di controllo”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/11/2017 - CALCIO, UDINESE: LARSEN SI ALLENA, HALFREDSSON OUT

24/11/2017 - NAPOLI: HAMSIK FINORA HA SEGNATO SOLTANTO AL BENEVENTO

24/11/2017 - PREMI UEFA, INSIGNE-MERTENS CANDIDATI

24/11/2017 - CRISCITO, L’AGENTE: “CONTATTI DIRETTI COL NAPOLI”

24/11/2017 - NAPOLI, L’EX MARINO BOCCIA INGLESE: “NON MIGLIOREREBBE LA ROSA”

24/11/2017 - MARIO RUI, L’HAIR STYLIST SVELA: “PRIMA DI ESORDIRE CON IL NAPOLI AVEVA L’ANSIA”

24/11/2017 - NAPOLI, L’EX MARINO SU HAMSIK: “RECORD MARADONA? SI CONSERVA IL GOL PER LA JUVENTUS”

24/11/2017 - “SPOSTATE GOMORRA, C’È NAPOLI-JUVENTUS”. SKY REPLICA: “IMPOSSIBILE, COMANDA IL PALINSESTO”

24/11/2017 - CARMEN DI PIETRO: “HO AVUTO UNA STORIA CON MARADONA 26 ANNI FA”

24/11/2017 - NAPOLI-JUVE AL TOP DELLE PREFERENZE DEI TIFOSI: È GIÀ QUASI SOLD-OUT

24/11/2017 - PARDO, MANDORLINI, MESTO, RASTELLI, TIMOSSI, TESSER, LAUDISA, MARRUCCO E SOLLAZZO A RADIO CRC

23/11/2017 - MERCATO: NAPOLI, SIMEONE FA MURO PER VRSALJKO

23/11/2017 - NAPOLI-JUVENTUS, VENDUTI 26 MILA BIGLIETTI IN UN SOLO GIORNO

23/11/2017 - HAMSIK, L’ENTOURAGE: “RECORD MARADONA? DEVE TIRARE I RIGORI. CON SARRI HA UN ACCORDO”

23/11/2017 - UDINESE: ODDO PREPARA IL PRIMO ALLENAMENTO PRE-NAPOLI

22/11/2017 - SHAKHTAR, FONSECA: “IL GOL DI INSIGNE HA CAMBIATO TUTTO. MA PASSEREMO NOI”

22/11/2017 - CHAMPIONS: NAPOLI TRAVOLGE SHAKHTAR E SPERA ANCORA

22/11/2017 - NAPOLI-SHAKHTAR 3-0,SARRI: “DIMOSTRATO CHE CI TENIAMO ALLA COPPA”

22/11/2017 - NAPOLI, HAMSIK AL CITY: “SE VUOLE PUÒ BATTERE LO SHAKHTAR”

22/11/2017 - CALCIO NAPOLI: BUCCHERI, MUTU E PALMERI A RADIO CRC

22/11/2017 - NAPOLI, L’EX FERRARA SCHERZA CON MERTENS: “HO CAPITO PERCHÉ TI CHIAMANO ‘CIRO’…”

22/11/2017 - L’AGENTE DI SARRI DOPO IL GOL DI INSIGNE: “CON DEDICA A TAVECCHIO, VENTURA E UVA”

22/11/2017 - MERCATO: NAPOLI, PRONTA L’OFFERTA AL CORINTHIANS PER JÔ

22/11/2017 - NAPOLI, ULTRÀ IN TRASFERTA PER SOSTENERE LA SQUADRA MA INVECE COMMETTEVANO RAPINE

22/11/2017 - CARRARO A RADIO CRC: “IO COMMISSARIO ALLA FIGC? NON HO MAI RISPOSTO ALLE IPOTESI…”

22/11/2017 - NAPOLI; INSIGNE, MERTENS E CALLEJON, CONTINUIAMO A CREDERCI

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1