1
OGGI: 24/08/2017 12:33:58 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
ALLEGRI "DOPO LA FINALE DI CARDIFF VOLEVO LASCIARE"
4 11/08/2017 - "Sono rientrato in Italia da Cardiff con la squadra. La sera successiva mi sono fatto delle domande difficili: ero arrivato alla fine del percorso? È il massimo che posso ottenere da questa squadra? Mi sono chiesto se era arrivato al capitolo finale della mia storia con la Juventus. Una parte di me pensava di andare al lavoro il lunedì e dare le dimissioni". Massimiliano Allegri racconta quanto accaduto durante e dopo la finale di Champions League dello scorso 3 giugno a "The Players Tribune". "Quando ho visto il calcio di Mario Mandzukic volare sulla testa del portiere del Real Madrid ho pensato, Wow...Forse forse. Poi, ha colpito la rete e ho pensato: Ok, forse abbiamo qualche possibilità - afferma il tecnico della Juventus -. È stata un magnifica azione della squadra e un bellissimo gesto tecnico di Mandzukic. Per me un gol irripetibile, a dimostrazione di quello che ci vuole per andare in finale alla Champions League. Non basta essere grandi, si deve essere speciali. E noi abbiamo giocatori speciali. Sfortunatamente il Real Madrid ne ha molti di giocatori speciali. Nel secondo tempo ci sono mancati gli strumenti e i giocatori necessari. Avevamo due giocatori che a malapena riuscivano a stare in piedi e il Real Madrid ha giocato una partita intelligente. Erano rilassati e a loro agio. Per arrivare alla finale, devi avere talento e fortuna. Per vincerla devi essere la squadra migliore. Potrà sembrare strano ma alla fine della partita quella sera ero molto sereno, perché sapevo che noi non eravamo la squadra migliore. È semplicemente questo".

Allegri poi dice di aver pensato ai motivi che, quando aveva 14 anni, lo avevano portato ad essere un allenatore ("Detestavo la scuola. Ricordo in classe un giorno l'insegnante mi ha fatto arrabbiare e mi sono reso conto che non ero fatto per essere uno studente ma che avrei voluto fare il preside") e a quelli che lo hanno convinto a restare: "Quando ho pensato a questa Juventus, la mia decisione di restare è stata personale. Io ho ancora molto da dimostrare. E so di aver ancora tanto da insegnare. Cosi' quella sera prima di andare a dormire ho deciso che se la societa' era d'accordo con la mia strategia, sarei rimasto. Il giorno dopo - assicura - avevo la mente lucida. Sono andato in ufficio alle sette e ho preso un espresso. Cominciava una nuova stagione con nuove opportunità. Si e' detto tanto nei media su questa squadra e sui giocatori. Cosa possiamo fare e cosa non possiamo fare. Io guardo Paulo Dybala e Gigi Buffon che sono il simbolo di questa squadra. Vedo Dybala come un ragazzino che inizia le scuole superiori. Buffon come uno che sta per prendere la laurea. So che possiamo toglierci le scorie di Cardiff. So che possiamo fare un grande campionato. So che possiamo tornare alla finale di Champions League". E ancora: "Quando penso alla mia carriera il momento più importante della mia vita non ha avuto a che fare con lo scudetto o la Champions League. È stata la mattina in cui sono entrato negli uffici del Milan e sono stato esonerato. Era una cosa che mi aspettavo. Mi hanno comunicato in persona, con tatto, che non ero più l'allenatore, ma - aggiunge - questo non toglie che è stata una grande delusione. Essere esonerati fa parte della vita di un manager ma quando succede è inevitabile sentire nel fondo del cuore che si ha fallito. Quando ho lasciato il Milan l'ho visto come un fallimento del mio lavoro".

E infine, sui suoi metodi da tecnico: "A volte sono percepito come freddo ma la forza di un allenatore è anche essere distaccato dal proprio lavoro. Ho una grande passione per il mio lavoro e mi diverto a farlo – altrimenti non potrei andare in ufficio ogni mattina – ma non mi piace vivere 24 ore al giorno pensando al calcio. Il momento più importante del giorno arriva alle 9 del mattino. Beh, a dire il vero alle 7 del mattino quando mi bevo il primo espresso. E alle nove quando porto mio figlio Giorgio all'asilo. Io - conclude Allegri - non sono un manager costruito. Ci sono managers che vivono il calcio in un altro modo. Io non posso fare quello che non so. Posso sole essere chi sono".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/08/2017 - IL PSG CHIEDE REINA AL NAPOLI, MA SARRI DICE NO. NIANG-MILAN È ROTTURA

24/08/2017 - MONTELLA CARICA IL MILAN "CORSA SU NOI STESSI"

24/08/2017 - 24 AGOSTO, TREMA IL CENTRO ITALIA: IL RICORDO DI TOTTI SU TWITTER

24/08/2017 - MARCHISIO FEDELE ALLA JUVE: "MAI AVUTO DUBBI"

24/08/2017 - BENEVENTO, VIGORITO: “IN SERIE A NON BASTA GIOCARE BENE”

23/08/2017 - CALCIO, INTER: UFFICIALE L'ARRIVO DI CANCELO DAL VALENCIA

23/08/2017 - MAROTTA: "MARCHISIO RESTA ALLA JUVE. CON KEITA E SCHICK SONO ARGOMENTI CHIUSI"

23/08/2017 - MATUIDI SI PRESENTA: "UN ONORE ESSERE ALLA JUVE"

23/08/2017 - MERCATO: KALINIC AL MILAN "VOLEVO SOLO QUESTA MAGLIA"

23/08/2017 - CALCIOMERCATO, MONACO SU BELOTTI. DUELLO INTER-ROMA PER SCHICK

23/08/2017 - SAMP, FERRERO: ROMA MOLTO AVANTI SULLE ALTRE PER SCHICK

23/08/2017 - LAZIO, KEITA: CON IL CLUB SI RISCHIANO LE VIE LEGALI

23/08/2017 - CALCIO, BENEVENTO; VIGORITO: IN SERIE A NON BASTA GIOCARE BENE

23/08/2017 - CALCIO, FIGC; TAVECCHIO: ISTANZE AIC NEL PROSSIMO CONSIGLIO

23/08/2017 - CALCIO, SERIE A; GIUDICE SPORTIVO: MULTA VERONA PER CORI ANTI-NAPOLI

23/08/2017 - MERCATO, LAZIO: HOEDT CEDUTO AL SOUTHAMPTON

23/08/2017 - MERCATO: SPAL, DALLA SAMP ARRIVA BONAZZOLI

23/08/2017 - MERCATO: FIORENTINA, PRESENTATO GIL DIAS

23/08/2017 - MERCATO, BELOTTI NEL MIRINO DEL MONACO: PRONTI 100 MILIONI

22/08/2017 - BORRIELLO, VIA DA CAGLIARI NON PER SOLDI

22/08/2017 - SAMPDORIA, FERRERO: “CHE SOFFERENZA CON IL BENEVENTO”

22/08/2017 - VAR DEBUTTA IN A, ROSETTI "E' L'ALBA DI UN NUOVO GIORNO"

22/08/2017 - TAVECCHIO "CAMPIONATI A 18 SQUADRE FORMAT IDEALE"

22/08/2017 - SERIE A: RIZZOLI "VAR FUNZIONA MA VA USATA BENE"

22/08/2017 - MERCATO: PER IL MONACO BELOTTI SOSTITUTO MBAPPÉ

22/08/2017 - SERIE A, HYSAJ E CECCHERINI SQUALIFICATI DOPO LA PRIMA GIORNATA

22/08/2017 - MERCATO: MILAN, UFFICIALE L’ARRIVO DI KALINIC

22/08/2017 - MERCATO: ROMA, ITURBE CEDUTO AL TIJUANA

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1