1
OGGI: 22/11/2017 19:29:38 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Valcareggi, Scala, Donato, Zapelloni, Focolari, Perillo, Bellinazzo e Zara a Radio Crc
4 02/09/2017 - A Radio Crc è intervenuto Furio Valcareggi, procuratore di Giaccherini: “E’ gratificante essere considerati incedibili dal Napoli. Abbiamo avuto una reale lusinga dalla Fiorentina e abbiamo anche provato ad andare. Quando il Napoli ha avuto altre idee siamo andati anche a Praga 3 giorni, poi è venuta fuori l’incedibilità e questo ci ha gratificato. Adesso forza Napoli e andiamo a vincere questo scudetto. Giaccheirni resta a Napoli ed è felice. Ventura non ha dato segnali a Giaccherini, ma potrebbe anche chiamarlo perchè vedendo la squadra che c’è, potrebbe starci, ambire alla Nazionale è lecito anche perché 10 mesi fa era titolare. Se il Napoli può permettersi di avere Giaccherini in panchina vuol dire che la squadra è molto forte. Non abbiamo chiesto nessuna garanzia all’allenatore: il mio assistito giocherà quando servirà. Non ero contento se Giaccherini andava allo Sparta Praga, poi le richieste del Napoli erano superiori all’offerta per cui è saltato tutto ed è stato un bene così. Inglese è molto forte e così facendo il Napoli ha lanciato un bel messaggio. Rinforzare il Napoli è un problema arduo: ha fatto un bel mercato perché non ha ceduto nessuno e Reina ne è l’esempio”.

Matteo Scala, direttore generale del Carpi: “E’ stato un mercato complesso per il Carpi, ma abbiamo realizzato tutti gli obiettivi in uscita e in entrata. Abbiamo fatto una bella plusvalenza e modificato tanto mettendo dentro giovani che nel giro di un paio di anni speriamo possano ricreare quel patrimonio necessario per una società come il Carpi. Quest’anno dobbiamo compiere un’impresa per mantenere la categoria, ma vogliamo stupire. L’obiettivo è portare a casa la permanenza della categoria, poi vedremo. Mezzoni è un fiore all’occhiello del nostro settore giovanile. E’ un ragazzo dalle grandi doti fisiche, ha una corsa e una forza straordinaria e credo che Napoli sia la piazza giusta per lui. Lì avrà una scuola migliore della nostra per potersi affermare. Mezzoni è un diamante grezzo, ha bisogno del completamento tattico e sarà compito degli allenatori azzurri farlo crescere. Prezioso ha riportato la rottura del crociato, Anastasio e Romano sono due ragazzi straordinari, si allenano molto bene e stanno crescendo fisicamente e mentalmente. Sanno soffrire e ci daranno una grossa mano”.

Dario Donato, giornalista: “Un rinforzo sulla corsia destra me lo aspettavo dal Napoli perchè se è vero che gli anni avanzano per Reina, avanzano anche per Maggio e se viene un raffreddore ad Hysaj diventa complicato battersi con le grandi corazzate. Reina non subirà nessun contraccolpo psicologico, ma anche in questo ruolo mi aspettavo anche un secondo o un giovane da preparare. A centrocampo la Juve avrebbe potuto fare di più e credo che Matuidi non sia sufficiente. In attacco, invece, c’è abbondanza e sono curioso di capire quante partite farà Bernardeschi. Il Milan ha fatto una rivoluzione e mi riservo di valutarla nel lungo periodo mentre l’Inter non è riuscita per questioni finanziarie a prendere chi voleva”.

Umberto Zapelloni, vice direttore della Gazzetta dello Sport: “De Laurentiis ha giocato benissimo in difesa respingendo le offerte arrivate per Insigne, Koulibaly e riuscendo a trattenere Reina. Il Napoli ha condotto un mercato di resistenza e mentre lo scorso anno ha ceduto la sua stella, quest’anno le ha trattenute tutte e per questo al mercato azzurro darei un 7. Negli undici di partenze, il Napoli è competitivo e credo se la possa giocare alla pari con la Juventus grazie ad un gioco che diventa sempre più fluido. Il Napoli è obiettivamente pronto per vincere ed è giusto che i calciatori siano stufi di giocare solo bene. Da quando Sacchi ha cambiato il calcio però, abbiamo imprarato che attraverso il gioco i risultati arrivano”.

Furio Focolari, giornalista: “Il Milan ha fatto un mercato sconvolgente, la Juventus è partita con l’handicap della partenza di Bonicci, ma poi ha operato bene in ogni reparto. Le romane hanno fatto meno di quello che avrebbero dovuto: la Roma ha riparato con Schick che è molto interessante, ma non è ancora un top player. Al Napoli squadra darei 10, ma al mercato do 5 perché l’organico è già pronto e con un paio di difensori di grande livello, avrebbe potuto brillare non solo in Italia ma anche in Europa. Il Napoli poteva fare di più e non credo sia stato Sarri chiedere a De Laurentiis di non comprare un grande esterno destro”.

Antonello Perillo, giornalista: “De Laurentiis è attento al bilancio ed ha una sua idea di come gestire il club, un’idea che fin qui è stata vincente. Detto questo, se devo dare un voto al mercato in entrata del Napoli, darei un 5. Blindando i migliori però, il Napoli è stato bravo lasciando intatta quella squadra forte dello scorso anno e che quest’anno lotterà per lo scudetto. Il gap tra Juventus e Napoli si è ridotto perché la squadra bianconera si è indebolita con la perdita di Bonucci che rappresentava il regista difensivo, ma a Juventus e Napoli si sono avvicinate Milan e Inter notevolmente. Sinceramente, mi piace molto l’Inter: mi piace Spalletti e la squadra è ben costruita. La Roma credo invece di sia indebolita sarà il primo anno senza Totti e l’allenatore deve confermarsi in una grande squadra”.

Marco Bellinazo, giornalista: “Il Napoli poteva fare di più, poteva spendere di più in questo mercato e le operazioni in uscita hanno garantito un cospicuo tesoretto che poteva essere investito in difesa. In realtà credo che il Napoli abbia fatto il suo massimo sforzo sul lungo termine, rinnovando quindi i contratti idi Insigne e Mertens. E’ evidente che questi due rinnovi ha indotto il Napoli ad avere maggiore prudenza e per questo mi sento di promuovere la dirigenza azzurra. Il monte ingaggi non può superare il 70% del fatturato, la Uefa impone come criterio questo rapporto. Il Napoli quando va in Champions o fa una plusvalenza come quella di Higuain si ritrova con un buon fatturato, ma dobbiamo considerare quello che il Napoli in maniera standard riesce apportare a casa e quindi bisogna escludere le plusvalenze ed i soldi della Champions. Occorre molta prudenza negli ingaggi che rappresentano una spesa fissa e le società devono fare i conti senza le plusvalenze per evitare di andare in rosso. Per sapere quanto costa una rosa c’è da mettere insieme gli ingaggi e gli ammortamenti e il Napoli già supera il suo fatturato strutturale”.

Furio Zara, giornalista: “La cessione di Bonucci è stata traumatica per la Juventus soprattutto perché è andato al Milan andando a rinforzare una diretta avversaria. Sono arrivati molti giocatori e tutti vanno ad aggiungere qualità nei reparti e il problema non sta ne rinforzi, ma nel capire se questa squadra e questo spogliatoio è in grado di darsi ancora degli stimoli in chiave scudetto anche perché poi la Champions è un discorso a parte. Insigne è probabilmente il miglior giocatore italiano degli ultimi 3 o 4 anni e il fatto che Ventura lo lasci in panchina mi lascia un po' perplesso perché giocando una partita secca contro la Spagna in un momento storico uno come Insigne farebbe comodo. L’infortunio di Chiellini potrebbe convincere Ventura a cambiar modulo, ma credo che il ct abbia già in testa la sua formazione”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
22/11/2017 - NAPOLI, ULTRÀ IN TRASFERTA PER SOSTENERE LA SQUADRA MA INVECE COMMETTEVANO RAPINE

22/11/2017 - MERCATO: NAPOLI, PRONTA L’OFFERTA AL CORINTHIANS PER JÔ

22/11/2017 - L’AGENTE DI SARRI DOPO IL GOL DI INSIGNE: “CON DEDICA A TAVECCHIO, VENTURA E UVA”

22/11/2017 - SHAKHTAR, FONSECA: “IL GOL DI INSIGNE HA CAMBIATO TUTTO. MA PASSEREMO NOI”

22/11/2017 - NAPOLI, L’EX FERRARA SCHERZA CON MERTENS: “HO CAPITO PERCHÉ TI CHIAMANO ‘CIRO’…”

22/11/2017 - NAPOLI; INSIGNE, MERTENS E CALLEJON, CONTINUIAMO A CREDERCI

22/11/2017 - NAPOLI, HAMSIK AL CITY: “SE VUOLE PUÒ BATTERE LO SHAKHTAR”

22/11/2017 - NAPOLI-SHAKHTAR 3-0,SARRI: “DIMOSTRATO CHE CI TENIAMO ALLA COPPA”

22/11/2017 - CHAMPIONS: NAPOLI TRAVOLGE SHAKHTAR E SPERA ANCORA

22/11/2017 - CARRARO A RADIO CRC: “IO COMMISSARIO ALLA FIGC? NON HO MAI RISPOSTO ALLE IPOTESI…”

21/11/2017 - SNAI: CHAMPIONS, NAPOLI ULTIMO APPELLO

21/11/2017 - CHAMPIONS, SARRI "NIENTE PRESSIONE, PROVIAMOCI". QUESTA SERA ALLE 20:45

21/11/2017 - CHAMPIONS, NAPOLI-SHAKHTAR: DUBBI TATTICI E FORMAZIONI

21/11/2017 - CHAMPIONS: FONSECA, AL SAN PAOLO NON PER FARE UNA PARTITA DIFENSIVA

21/11/2017 - FERRARA: “A NAPOLI I TIFOSI ‘SNOBBANO’ LA CHAMPIONS. ITALIA? OK DI BIAGIO TRAGHETTATORE”

21/11/2017 - MERCATO: CHIEVO, CAMPEDELLI BOCCIA IL PRESTITO DI MILIK

21/11/2017 - NAPOLI, DE LAURENTIIS: “MAI CHIESTE LE DIMISSIONI DI TAVECCHIO”

20/11/2017 - NAPOLI, SARRI: “VINCENTI, MA MENO BRILLANTI DI ALTRE VOLTE”

20/11/2017 - CHAMPIONS: NAPOLI-SHAKHTAR ALL’ARBITRO SKOMINA

20/11/2017 - NAPOLI, CARICA HAMSIK: “CON LO SHAKHTAR DONETSK FARE DI TUTTO PER VINCERE”

20/11/2017 - CANIGGIA: “VORREI GIOCARE IN QUESTO NAPOLI. MI RIVEDO IN INSIGNE”

20/11/2017 - NAPOLI, JORGINHO: “NON PENTITO DI AVER SCELTO L’ITALIA”

20/11/2017 - NAPOLI, INSIGNE: “POSSIAMO FARE GRANDI COSE”

20/11/2017 - LARDIN: "NESSUN CONTATTO COL NAPOLI PER CARICOL"

20/11/2017 - NAPOLI, CALLEJON: “VINCERE LO SCUDETTO SAREBBE UN PICCOLO MIRACOLO”

20/11/2017 - BUCCHIONI, PERILLO, COLONNESE, VAGHEGGI, SABATINI, ZARA E VENERATO A RADIO CRC

20/11/2017 - CALCIO, NAPOLI; SARRI: SERVE SCELTA DI CAMPO, RIFORMARE CALENDARI

20/11/2017 - SHAKHTAR AL SAN PAOLO, VENDITE FIACCHE PER LA CHAMPIONS'

20/11/2017 - CHAMPIONS; ALLAN: DAREMO TUTTO CERCANDO LA VITTORIA

20/11/2017 - CALCIO, NAPOLI; CANNAVARO: E' PIU' CONSAPEVOLE DEI PROPRI MEZZI

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1