1
OGGI: 22/11/2017 06:20:20 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Internazionale
Bookmark and Share Condividi la notizia
Champions, Allegri: "Con il Barcellona serve il gol, nessun calcolo"
4 12/09/2017 - "Fare tre partite contro il Barcellona senza subire gol sarebbe una cosa straordinaria. Ma visto che è difficilissimo, anche se possiamo farlo, bisogna cercare di segnare". Lo dice il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, prima della sfida con i blaugrana all'esordio nella fase a gironi di Champions League, remake del doppio confronto vinto dai bianconero nei quarti lo scorso anno. "Il Barcellona ha tanti punti forti, ma anche qualche punto debole. Non dobbiamo fare calcoli, anche perché arrivare primi o secondi potrebbe cambiare poco", sottolinea il tecnico, che non si fida di un Barcellona sulla carta più debole dopo la cessione al Psg di Neymar. "Neymar e Dybala sono i due giovani che diventeranno i più forti al mondo, anche se già al momento sono molto vicini a Messi e Cristiano Ronaldo. Il Barcellona ha sostituito Neymar con un giovane interessante come Dembelè e comunque sia -aggiunge- è ancora la squadra più forte che c'è, la favorita per vincere la Champions insieme al Real Madrid".

La Juventus arriva all'appuntamento con molte assenze, anche se Allegri spiega che a livello di formazione "non bisogna inventare nulla, bisogna mettere undici giocatori in campo e fare una bella partita. Ci vorrà incoscienza e anche consapevolezza, abbiamo acquisito la giusta personalità per giocare queste partite". Le molte defezioni potrebbero spianare la strada all'impiego dall'inizio di Bernardeschi, ma il tecnico non si sbilancia: "Bernardeschi ha chance di giocare, non so se dall'inizio. Sabato ha fatto 20 minuti molto bene, si sta inserendo e cresce anche fisicamente, può essere utilie all'inizio o a partita in corso". Sul valore di Juventus e Barcellona rispetto allo scorso anno, Allegri taglia corto: "Nel calcio ogni stagione è diversa, cambiano i giocatori e alla fine contano i risultati. La Juve più di 9 punti non poteva fare e il Barcellona ha fatto la stessa cosa. La stagione è lunga e bisogna andare piano piano, noi non siamo ancora nella condizione migliore ma stiamo migliorando. L'obiettivo è passare il turno in Champions ed essere in corsa in tutte le competizioni a marzo. Poi se vinceremo saremo più forti, altrimenti di meno".

La sfida è riassunta mediaticamente in Messi contro Dybala. L'argentino della Juve considera il fenomeno blaugrana come un punto di riferimento indiscutibile, ma anche come un rivale di ruolo: "Lo osservo in nazionale e studio tutto. Come si muove, come dialoga con i compagni. È eccezionale. Poterlo osservare da vicino sarà molto utile per la mia carriera. Se giocheremo insieme? Non è facile. Se capita, io devo adattarmi, il nostro ruolo ci porta ad agire nella stessa zona di campo e devo spostarmi". Insomma, la convivenza al Barcellona sarebbe difficile. "Non so nulla di richieste arrivate per me dalla Spagna. Non conosco il mio futuro, ora sto molto bene alla Juve. Il numero 10? Non significa molto che lo abbiamo sia io che Messi. Per quanto mi riguarda, lo indosso con onore perché alla Juve lo hanno avuto grandi campioni. Io e il club abbiamo scelto insieme di prendere questa maglia perché significa per me far parte di un progetto che mi legherà alla Juve da qui ai prossimi anni", aggiunge la Joya.

L'allenatore dei padroni di casa, Ernesto Valverde, spiega di rispettare molto la Juventus: "Avrà diverse assenze ma credo che sarà quella di sempre. L'ho seguita in campionato e mi sembra che sia in gran forma. Per noi non cambia molto. Avremo l'approccio di sempre con la partita. E comunque la Juve è da temere non solo per i singoli ma per la forza del suo gruppo". Il portiere Ter Stegen, a proposito, loda Buffon: "Lo considero un eroe, lo è per il calcio mondiale".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
21/11/2017 - LIPPI A TAVECCHIO: "VENTURA È STATA SCELTA SUA"

21/11/2017 - FIGC, PARTE IL TOTO-NOMI

20/11/2017 - ITALIA A PICCO, LA RICETTA DI CANNAVARO: “POTERE AGLI EX CALCIATORI E MENO STRANIERI”

20/11/2017 - DALL’INGHILTERRA SICURI: “CONTE PRIMA SCELTA PER LA PANCHINA DELL’ITALIA”

20/11/2017 - TOMMASI: “L’ITALIA FUORI DAL MONDIALE È UNA QUESTIONE PUBBLICA. È TEMPO DI CAMBIARE”

20/11/2017 - RANIERI: “NAZIONALE? NON MI HA CHIAMATO NESSUNO. COME TALENTO PURO C’È SOLO INSIGNE”

20/11/2017 - DINAMO KIEV, BLOCHIN: “HO CHIESTO DI ACQUISTARE MERTENS. CON SHEVA NESSUN LITIGIO”

20/11/2017 - LALIGA: IL VALENCIA TIENE IL PASSO DEL BARCELLONA

20/11/2017 - BUNDESLIGA: SCHALKE AGGANCIA IL LIPSIA AL SECONDO POSTO

20/11/2017 - LIGUE1: DOPPIO CAVANI, POKER PSG AL NANTES

20/11/2017 - PREMIER: ARSENAL PIEGA IL TOTTENHAM, CORRE IL CITY

20/11/2017 - ANCELOTTI, ALTRO CHE ITALIA: SUGGESTIONE REAL MADRID

19/11/2017 - CHIELLINI "COLPE DI TUTTI, MAI DELEGITTIMATO VENTURA"

17/11/2017 - NAZIONALE, LOTTI: “ANCORA NON HO SENTITO IDEE E PROPOSTE”

17/11/2017 - MALAGÒ: “BUONUSCITA VENTURA? E’ RAPPORTO SUBORDINATO DI LAVORO”

17/11/2017 - MONDIALI, ECCO LE 4 FASCE DEL SORTEGGIO

17/11/2017 - TOTO-CT: ECCO I FAVORITI

17/11/2017 - MORANDI: "HO PIANTO PER L'ELIMINAZIONE DELL'ITALIA"

17/11/2017 - LA NAZIONALE E GLI SCENARI FUTURI: ALL'ITALIA CHE VERRÀ SERVE ANCORA BUFFON

17/11/2017 - ITALIA, L’EX ZOLA: “CONTE FENOMENO, HA NASCOSTO I PROBLEMI. DOPO INSIGNE C’È IL NULLA”

17/11/2017 - L'EX-CT VENTURA: "AL MIO SUCCESSORE AUGURO DI RIPORTARE SU L'ITALIA"

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1