1
OGGI: 24/09/2017 03:28:20 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
CALCIO NAPOLI: LE INTERVISTE A CURA DI RADIO CRC
4 11/09/2017 - A Radio Crc è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista: “Il Bologna ha preparato bene la partita col Napoli e infatti per buoni 60 minuti ha controllato gli azzurri. Il Napoli ha sofferto l’organizzazione di gioco del Bologna, ma se c’è un vantaggio è che il Napoli non si è arreso, ma ha cercato il gol fino alla fine. Pochi di noi si aspettavano di vedere Hamsik ieri in campo perché la condizione non è ancora al top. Credo che debba giocare sempre chi sta meglio e se in questo momento non riesce a correre più di Zielinski, è bene che Hamsik resti un po' in panchina”.

Enrico Varriale, giornalista: “Il Napoli deve vincere le partite sporche per vincere il campionato. Nella giornata in cui il Napoli non è stato brillantissimo, ieri, se guardiamo le statistiche, si scopre che il Napoli continua ad esser la squadra che tira più in porta e una delle prime squadre nel possesso palla. Donadoni ha preparato bene la partita e finchè ha retto il Bologna, il Napoli ha rischiato, ma gli azzurri hanno controllato bene la partita vincendo con i colpi dei singoli che hanno grande talento. La prestazione di ieri pur non entusiasmante fotografa la crescita della squadra. Reina ha giocato una partita molto attenta e questo è un fattore molto positivo. Lo spagnolo è un’anima del gruppo e magari l’offerta ci sarà anche stata ed avrà anche titubato, ma Reina ha dimostrato di essere un grande professionista ed è concentrato. Reina è stato importante, ma lo è stato tutto il reparto difensivo che ha tenuto bene il Bologna”.

Andrea De Marco, ex arbitro: “Qualcosa andrà migliorato nella Var. Ci saranno stati dei problemi tecnici in Inter-Spal che però possono capitare e l’addetto Var ieri ha probabilmente dovuto aspettare più tempo per vedere le immagini, ma poi bisogna dare più recupero. Il Var interviene solo per errori chiari ed evidenti per cui non interverrà sempre. Ridimensionamento della Var? Già sabato il Var non è stato utilizzato nella partite con la Juve, ad esempio, ma c’è un protocollo da rispettare e ci sarà da proporre dei miglioramenti. Questo campionato credo sia più equilibrato di quelli scorsi. Napoli, Juve e Inter si giocheranno tanto, ma anche Milan e Roma potranno dire la loro. La stagione è lunga e poi ci sono gli impegni in Europa che conteranno”.

Massimo Paganin, ex calciatore: “Allegri ha provato un 4-3-3- cercando di vincolare i giocatori a determinati movimenti e passare ad un nuovo modulo si fa più fatica. Ha concesso un po' troppo al Chievo finché po non è entrato Dybala. Anche il Napoli ha iniziato la partita in un modo, poi non riuscendo a verticalizzare è andato a giocare sugli esterni. Le gradi squadre hanno grandi giocatori in grado di determinare le partite, anche quando l’avversai o si chiude. Se il Napoli segna di più nel secondo tempo, un motivo c’è: l’intensità degli azzurri è sempre elevar e quando gli altri calano, il Napoli punisce”.

Taras Semeniuk, giornalista ucraina: “Lo Shakhtar Donetsk è molto motivato, vuole vincere contro tutti, anche in Champions. Il Napoli, addetto l’allenatore ucraino, non fa paura perché nessuna avversaria deve far paura. Purtroppo ha perduto il difensore Kryvtsov e non ci sarà e si tratta di una grande perdita. Ci sono però altri giocatori che possono prendere il suo posto”.

Nando Orsi, allenatore: “Reina è un professionista, sta onorando il suo contratto ed è giusto che sia così. E’ vero, ieri ha fatto bene, ma non è una novità: è un calciatore del Napoli e sta giocando con grande professionalità. Il Napoli ha comprato poco perché la squadra è già pronta e i nuovi avrebbero dovuto adeguarsi ad un contesto di gioco già importante. Chiaro, il Napoli può essere migliorato, ma prima c’è da dire che ha segnato 3 gol ad ogni avversaria ed è difficile che gli altri ne facciano 4”.

Fulvio Giuliani, giornalista: “Gli stessi che oggi sono pronti a scendere in piazza per chiedere il rinnovo imminente di Pepe Reina sono gli stessi che lo volevano fuori dal Napoli. E’ vero, ieri Reina ha fatto un’ottima partita, ma è esattamente quello che deve fare un portiere di un buon livello che gioca in una squadra che lotta per lo scudetto. Non esageriamo. Bisogna abituarsi all’idea che gli avversari studino il Napoli e adottino le contromisure come è accaduto ieri. Il Napoli però è rimasto calmo e quando gli altri hanno finito la benzina, è venuta fuori la squadra più forte”.

Pierluigi Pardo, giornalista: “La giornata di ieri è stata la vittoria della continuità. Montella è il grande deluso mentre il Napoli, l’Inter e la Juve hanno cambiato poco e hanno vinto. La vittoria del Napoli è un segnale positivo, mentre prima aveva bisogno di usare la sesta marca per vincere, adesso pare sia cambiato qualcosa. La prestazione di Reina merita una sottolineatura: l’anno scorso non ha fatto una grande stagione e qualche dubbio inutile nasconderci, c’era. Non bisogna esagerare con i complimenti, ma tra confermare Reina o prendere uno come Neto, il Napoli credo abbia fatto la scelta giusta. Anche quando non deve alzare i giri del motorie in maniera clamorosa, il Napoli porta a casa il risultato perché ha la tranquillità delle grandi squadre. Poi, il turnover è diventato un elemento imprescindibile. Le critiche ricevute in Nazionale fanno parte del gioco. Se c’è un giocatore che incarna le caratteristiche adeguate a vestire la maglia numero 10 dell’Italia è senza dubbio Insigne. La Var? Se ci metti 4 minuti e mezzo per dare un rigore, poi devi assegnare un adeguato recupero. Il Var è utile e non si mette in discussione, ma quando ci sono degli errori compiuti avvalendosi dello strumento tecnologico è più difficile spiegarlo ai tifosi, ma in generale non c’è alcun dubbio: con l’utilizzo della Var c’è una diminuzione di errore”.

Francesca Benvenuti, giornalista: “La rivincita del campo è la prova del nove per il Barcellona che è profondamente cambiato con l’addio di Neymar e con l’arrivo di un nuovo allenatore che sta cercando di normalizzare un ambiente in polemica con la società. Nonostante il Barcellona sia in testa alla classifica e con 4 punti di vantaggio sul Real Madrid, la società è contestata ed è per questo che è chiamato alla vittoria. Come valori tecnici e qualità di gioco il Napoli è apprezzato da tutta Europa, ciò che potrebbe fare la differenza è il giocare fuori casa, credo sia l’unica variabile del match contro lo Shakhtar. La Roma invece arriverà alla sfida di Champions riposata. Il Napoli è una squadra molto più volubile e meno incatenata ad un solo modo di giocare e questo non può e che essere un vantaggio”.

Ciro Venerato, giornalista: “Il 31 maggio scadrà la clausola di Sarri: versando 8 milioni al Napoli, Sarri può svincolarsi senza il consenso della società di appartenenza. Stesso dicasi per il Napoli: De Laurentiis versano entro e non oltre il 31 maggio un bonifico di 500mila euro può rescindere il contratto e far sì che non si sviluppi l’automatico biennale. Il campionato finisce il 20 maggio, la clausola invece, scade il 31 maggio. Lo Zenit prima di prendere Mancini aveva chiamato Pellegrini offrendogli una cifra importante per Sarri, c’è stato un interesse della Roma e anche un chiacchiericcio da parte dell’Atletico Madrid che parlando con qualche intermediario internazionale ha chiesto informazioni su Sarri prima che Simeone rinnovasse. Sarri ha molti estimatori in Inghilterra, il West Ham lo stima ed è una delle squadre che lo guarda con interessa, ma non è visto bene solo all’estero, ma anche in Italia. Parliamoci chiaro, la clausola è bassa, con 8 milioni ti porti a casa il miglior allenatore, il Napoli deve blindarlo. Per me, a meno che De Laurentiis non offra uno stipendio di 3-4 milioni, Sarri non resterà a Napoli. Il tecnico in caso di scudetto può aspirare a 7-8 milioni all’anno. Ghoulam? Confermo l’ottimismo circa il rinnovo. Non sarà questa la settimana dell’annuncio, ma si lavora con serenità tra le parti. Quella cena a Montecarlo tra Mendes e Giuntoli credo abbia contestualizzato un pò tutto. Per due giocatori farei follie: Chiesa e Verdi e spero che il Napoli riesca a portarne a casa uno dei due”.

Clemete Mastella, Sindaco di Benevento: “Dobbiamo mettere in campo altre streghe perché siamo un pò sfortunati. E’ affascinante pensare alla sfida tra Napoli e Benevento. A noi manca il finalizzatore: gli attaccanti del Benevento non segnano, serviva un bomber che avesse esperienza ed è per questo che mi auguravo l’arrivo di Pavoletti o di Borriello. Reina ieri ha giocato molto bene, ma il Napoli ha dimostrato di essere una grande squadra. La lotta quest’anno sarà tra Juve, Napoli e Inter anche perché non sarà facile per Montella mettere insieme una squadra nuova in quasi ogni elemento. Per ragioni tecniche ci sono stati un po' di problemi per la vendita dei biglietti di Napoli-Benevento. Questa modalità deve essere cambiata perché suscita qualche disagio ed un’inutile difficoltà ai tifosi. Spero che domenica sia una festa campana. Sono tifoso del Napoli, ma domenica sarò dalla parte del Benevento e devo dire che appena saliti in A tanti napoletani mi hanno fermato mostrandomi grande entusiasmo".

Cosimo Sibilia, Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente Vicario della Federazione Italiana Giuoco Calcio: “Siamo in attesa delle ultime 2 partite dell’Italia e poi ci prepareremo ai playoff. Tavecchio è stato appoggiato alla Lega dilettanti perché aveva portato avanti determinate riforme e non solo quella della Var ma anche per esempio quella che attiene ai centri federali. Il presidente è stato colui il quale ha scelto degli obiettivi e li ha portati avanti ed è per questo che siamo stati a favore della rielezioni di Tavecchio. Ci saranno oltretutto altre novità e stiamo avendo un grande riscontro. Tavecchio ogni tanto viene aggredito perché probabilmente si lascia andare a commenti in buona fede, ma sta dando grandi risultati all’obiettivo delle riforme. La Var sia sugli spalti che in campo ha dato più serenità. Essendo uno strumento tecnologico, bisogna perfezionarlo, ma il riscontro è altamente positivo e ripeto, sta dando serenità all’ambiente. Ci sono meno contestazioni, poi le critiche fanno parte del gioco. Siamo molto contenti di quello che si sta verificando attorno alla Var, è confermato anche per il futuro l'utilizzo della tecnologia. Noi abbiamo rapporti continui con l’Associazione Italiana Arbitri e col il presidente degli arbitri per cui siamo in continuo contato e posso rassicurare tutti: siamo molto contenti. ECA asse Agnelli-De Laurentiis? Con la presenza di persone come Agnelli e De Laurentiis crediamo di aver rafforzato ancora di più la federazione calcio a livello internazionale. Loro hanno autorevolezza e crediamo nella sinergia affinché l’Italia sia sempre di più al centro dell’attenzione della Uefa. Il percorso è stato iniziato tempo fa da Tavecchio e siamo felici per l’elezione di Agnelli e De Laurentiis. Da gennaio scorso sono Presidente della Lega Nazionale Dilettanti e dopo le 5 sostituzioni, abbiamo garantito la gratuità delle spese arbitrali e per la terza categoria per cui stiamo facendo riforme strutturali importanti. Il mio sogno è che giocatori della Lega dilettanti possano arrivare a giocare in serie A. Oltre a Juventus e Napoli non dimentichiamo che ogni anno c’è qualche sorpresa. Il campionato è ben attrezzato”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
23/09/2017 - SERIE A, SPAL-NAPOLI, LE PROBABILI FORMAZIONI. SI GIOCA OGGI ALLE 18

23/09/2017 - ZOLA: “PUNIZIONI? A NAPOLI CI GIOCAVAMO LE CENE CON MARADONA, PAGAVO SEMPRE IO”

23/09/2017 - ALTAFINI: “NAPOLI DA PLAYSTATION. JUVENTUS, LA DIFESA SOFFRE”

23/09/2017 - SAVOLDI: “SARRI DEVE SVEGLIARSI. MERTENS E DYBALA I PIÙ FORTI DEL CAMPIONATO”

23/09/2017 - NAPOLI, L’EX TAGLIALATELA PUNGE ANCORA REINA: “ALTRO ERRORE, PROBLEMA MENTALE”

23/09/2017 - SPAL, SEMPLICI: “CONTRO IL NAPOLI LO STADIO DEVE ESSERE UNA BOLGIA”

23/09/2017 - MERCATO: NAPOLI, NIENTE CINA A GENNAIO PER REINA

23/09/2017 - FENOMENOLOGIA NAPOLI: ATTACCO STELLARE E SUPER MERTENS

23/09/2017 - DIRITTI TV: ADL, BRUNELLI INADEGUATO

22/09/2017 - RENGA, CAPUANO, PARDO, BUCCHIOINI, IMPROTA, BIANCHI, CAPUTI, DEL GROSSO, ORSI, MERLI, VENERATO E RONZON A RADIO CRC

22/09/2017 - NAPOLI, KOULIBALY: 'PRESTO PER PARLARE DI SCUDETTO'

22/09/2017 - REINA, L’AGENTE: “IN FUTURO POTRÀ ANCORA DARE TANTO AL NAPOLI”

22/09/2017 - NAPOLI, HAMSIK: “CON LA LAZIO VINCERANNO IN POCHI, SIAMO FELICI”

22/09/2017 - CALCIO, SERIE A; LAZIO-NAPOLI: ARRESTATI TRE TIFOSI BIANCOCELESTI

22/09/2017 - CALCIO, NAPOLI: SUBITO LA RIPESA, DIFFERENZIATO PER CHIRICHES

22/09/2017 - MARADONA JR: “MIO PADRE HA UN DEBOLE PER MERTENS. PER IL TITOLO È LOTTA JUVE-NAPOLI”

22/09/2017 - DE LAURENTIIS, CAMPIONATO A SEDICI, TAVECCHIO PENSA AL POSTO

21/09/2017 - GOMORRA, ‘GENNY’ SAVASTANO SVELA: “IBRAHIMOVIC APPREZZAVA SARRI”

21/09/2017 - SERIE A: SUPER RIMONTA NAPOLI ALL'OLIMPICO, IN TESTA CON LA JUVE

21/09/2017 - NAPOLI, SARRI: "MAI TEMUTO DI PERDERE, MERTENS È UN FUORICLASSE"

21/09/2017 - LAZIO, INZAGHI: "SENZA INFORTUNI FORSE NON AVREMMO PERSO"

21/09/2017 - NAPOLI, CALLEJON: “VOGLIAMO RESTARE IN ALTO, PENSIAMO PARTITA DOPO PARTITA”

21/09/2017 - SHAKHTAR DONETSK-NAPOLI, DALL’UCRAINA: “SRNA POSITIVO AL TEST ANTIDOPING”

21/09/2017 - MARADONA JR: “SE MIO FIGLIO SARÀ MASCHIO LO CHIAMERÒ DIEGO, L’HA CHIESTO IL NONNO”

21/09/2017 - MERCATO: NAPOLI, INTERESSE PER VERDI

21/09/2017 - CALCIO, NAPOLI: TRAUMA CONTUSIVO PER CHIRICHES

21/09/2017 - NAPOLI, MERTENS: “SOLO GRAZIE AI MIEI COMPAGNI POSSO SEGNARE QUESTI GOAL”

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1