1
OGGI: 24/11/2017 12:15:20 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Pardo, Marolda, Tecca, Padovan, Jacomuzzi, Lo Monaco, Corsi, Venerato e Valcareggi, a Radio Crc
4 04/11/2017 - A Radio Crc è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista: “Va fatto un grosso in bocca al lupo a Ghoulam. E’ un’assenza pesante perché pur non essendo l’algerino sul podio dei 3 calciatori più importanti del Napoli, era funzionale anche perché in quel reparto non vi sono altre certezze. Mario Rui è in ritardo, dovrà ritrovare il ritmo partita ed è un peccato che l’infortunio di Ghoulam abbia rovinato la notte di Champions del Napoli. Il passaggio del turno è possibile perché si può ribaltare la partita con lo Shakhtar in casa e poi il Napoli andrà in Olanda dove il clima sarà molto caldo e pesante, ma dal punto di vista tecnico voglio sperare che non ci sia partita. In tutto ciò, credo che il Manchester City vada in Ucraina all’ultima del girone, per fare la propria partita. La stagione del Napoli è molto positiva in campionato, meno in Champions, ma la sconfitta contro il Manchester non può cambiare i giudizi. Sarri è abituato a lavorare con 14/15 giocatori e nella sua filosofia tende a battere il ferro finché è caldo. Poi, a centrocampo ha alternative valide e fa turnover, in attacco l’infortunio di Milik ha limitato le scelte per cui Sarri si sta abituando un po' al turnover, ma non ha la rosa della Juventus”.

Ciccio Marolda, giornalista: “Non credo che il Napoli debba complicarsi la vita in situazioni di emergenza. Sarri ha due soluzioni immediate: spostare Hysaj a sinistra e schierare Maggio a destra, oppure far entrare Mario Rui che è il sostituto naturale di Ghoulam. Certo, non assicura la prestazione dell’algerino, ma deve essere messo in condizioni di giocare. Vrsaljko è un nome interessante e sarebbe l’ideale, ma non so quanto costi anche perché l’Atletico Madrid non lo lascerà partire ad un prezzo basso. Mi piace molto anche Masina che aggiungerebbe qualcosa anche sotto l’aspetto della fisicità.

Massimo Tecca, giornalista: “Nella gestione di Sarri ci sono pro e contro ed evidentemente si torna a parlare di un argomento già affrontato: dare più continuità e minutaggio alle riserve che lo meritano così da non trovarsi spiazzati di fronte alle emergenze. Poi, il Napoli deve porre rimedio alle palle inattive. Masina merita il salto di qualità e continuare a giocare a Bologna lo limita per cui il Napoli a gennaio potrebbe prenderlo così da avere anche un calciatore dalle caratteristiche fisiche diverse da quelli da già in rosa. Il Chievo è una squadra durissima e non il miglior avversario per il Napoli in questo momento. Il Chievo è sempre corto, si chiude bene e riparte in velocità. Oltretutto, ha una capacità: fa giocare sempre male gli avversari”.

Giancarlo Padovan, giornalista: “Il nostro campionato non è di secondo piano, anzi. Certi risultati e certe prestazioni come quelle del Napoli contro il City confermano che siamo in grande ripresa e la serie A offre buoni calciatori e fuoriclasse. Gli infortuni non sono preventivabili e quello di Ghoualm non ci voleva prima di tutto perché si tratta di uno stop lunghissimo e poi perché era diventato determinante per il Napoli. Che ci siano delle alternative non c’è dubbio, ma per esempio Mario Rui ha bisogno di un periodo di adattamento alla manovra, agli schemi e ai movimenti che Sarri esige e che ha chiesto a tutti”.

Carlo Jacomuzzi: “Sarri ha fatto diventare Mario Rui un giocatore quotato per cui l’alternativa di Ghoulam il Napoli ce l’ha in casa. Che poi la società lavori per il futuro sul mercato è ovvio, magari cercando un calciatore che sappia giocare su entrambe le fasce, ma attualmente si deve continuare col lavoro avviato da Sarri. I giocatori importanti costano e diventa difficile scoprire sempre nuovi calciatori per diventare grandi”.

Pietro Lo Monaco, dirigente: “Vrsaljko nasce esterno destro, ma qualche volta ha giocato anche a sinistra. Una grande squadra ha bisogno di ricambi di ruolo di importanza massima e purtroppo la partita di Champions ha dimostrato ciò che è davanti agli occhi di tutti: il Napoli è un gran bel giocattolo che esprime un calcio bellissimo, ma il livello della rosa è abbastanza striminzito. Prendendo qualche giocatore di livello importante, la rosa si innalza di qualità inevitabilmente per cui bisogna fare qualche sacrificio. Sarri inventa i giocatori per cui se dice che non è pronto, vuol dire che non si sposa col suo progetto tecnico”.

Fabrizio Corsi, presidente dell’Empoli: “Ghoulam può giocare nelle 4 big d’Europa per cui ha uno spessore internazionale importante ed è per questo che si tratta di un infortunio importante per il Napoli. Quest’anno stiamo facendo bene, ma abbiamo l’undicesima difesa del campionato pur avendo il miglior portiere del campionato e quindi dobbiamo lavorare per coltivare le ambizioni. Quando Sarri allenava l’Empoli Mario Rui lo faceva giocare anche perché è un giocatore che ha costruito lo stesso tecnico lavorando su di lui sulla tattica individuale e sulla postura. Nel primo mese, Mario Rui so che non era in grande forma, diciamo che non si presentò bene mentalmente quando arrivò a Napoli, ma sono cose che mi vengono riportate e mi feriscono pure, poi non conosco gli aggiornamenti. Ad Empoli Sarri aveva un coinvolgimento particolare per Rui e oggi il Napoli ha bisogno del Mario Rui di due anni fa e ricordo che non avevo fiducia in lui perché lo ritenevo un pò piccolino, ma fui smentito. Luperto? Credo sia un problema di reparto perché tutti questi ragazzi fino all’anno scorso difendevano con riferimento sull’uomo mentre ora si prende in riferimento la palla. Tonelli? E’ una coltellata. Appena ho un minuto, lo vorrei chiamare per capire come sta. Mi ricordo che contro l’Inter sbagliò qualche uscita, ma fu determinante. Tonelli è un giocatore di un altro livello rispetto ai nostri e spero che a breve almeno uno dei miei diventasse come lui”.

Ciro Venerato, giornalista: “Una grande squadra non può contare solo sui titolarissimi. Certo, Ghoulam è un giocatore importante, ma non si può fermare la squadra dopo il suo stop. Rui è già stato valorizzato da Sarri ad Empoli e adesso che l’infortunio è alle spalle ed è arrivato il momento di testarlo. Se Rui non è stato impiegato finora forse è perché non aveva nelle gambe i 90 minuti. Maksimovic evidentemente non riesce a metabolizzare la difesa a 4, ma la rosa deve iniziare ad essere impiegata maggiormente anche perché nessuna squadra ha vinto lo scudetto con 11 giocatori. Mercato? Il Napoli sta valutando tutti e nessuno perchè tutti i nomi che sono usciti, offrono indicazioni positive e controindicazioni. Masina è un buon giocatore, ma forse non è pronto per entrare in corso d’opera in una squadra che lotta per lo scudetto, Criscito non ha età e stipendio adeguate alla linea del Napoli e lo stesso Grimaldo piace, ma ha una clausola elevata. Una cosa posso dirla: il Napoli non valuta gli svincolati. Vrsaljko? Il Napoli vuole prolungare il contratto di Ghoulam ed è difficile quindi che a gennaio prenda un terzino a 5 stelle: la società potrebbe prendere un destro e intanto far giocare Hysaj a sinistra”.

Furio Valcareggi, procuratore di Giaccherini: “Come si fa senza Ghoulam? E’ obbligatorio puntare su Mario Rui, poi ha energie e c’è odore di nuovo. Questo ragazzo è bravissimo, gioca nel suo ruolo ed ha fatto scorta di energie. Rimpiazzare Ghoulam è difficile, ma Rui ha attitudine. Non auguro niente a nessuno, ma Giaccherini in panchina è un lusso, come lo sono Mario Rui e Rog e Sepe per cui il Napoli ha l’arma vincente ed è forte. Giaccherini non può giocare nel ruolo di Ghoulam, con tanto azzardo può adattarsi a tutto, ma è troppo forzato. Prima di arrivare ad un cerotto talmente forzato come sarebbe quello di Giaccherini, ci sono altre alternative”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
24/11/2017 - NAPOLI-JUVE AL TOP DELLE PREFERENZE DEI TIFOSI: È GIÀ QUASI SOLD-OUT

24/11/2017 - CARMEN DI PIETRO: “HO AVUTO UNA STORIA CON MARADONA 26 ANNI FA”

23/11/2017 - UDINESE: ODDO PREPARA IL PRIMO ALLENAMENTO PRE-NAPOLI

23/11/2017 - HAMSIK, L’ENTOURAGE: “RECORD MARADONA? DEVE TIRARE I RIGORI. CON SARRI HA UN ACCORDO”

23/11/2017 - MERCATO: NAPOLI, SIMEONE FA MURO PER VRSALJKO

23/11/2017 - NAPOLI-JUVENTUS, VENDUTI 26 MILA BIGLIETTI IN UN SOLO GIORNO

22/11/2017 - NAPOLI-SHAKHTAR 3-0,SARRI: “DIMOSTRATO CHE CI TENIAMO ALLA COPPA”

22/11/2017 - CHAMPIONS: NAPOLI TRAVOLGE SHAKHTAR E SPERA ANCORA

22/11/2017 - NAPOLI, HAMSIK AL CITY: “SE VUOLE PUÒ BATTERE LO SHAKHTAR”

22/11/2017 - NAPOLI; INSIGNE, MERTENS E CALLEJON, CONTINUIAMO A CREDERCI

22/11/2017 - NAPOLI, L’EX FERRARA SCHERZA CON MERTENS: “HO CAPITO PERCHÉ TI CHIAMANO ‘CIRO’…”

22/11/2017 - L’AGENTE DI SARRI DOPO IL GOL DI INSIGNE: “CON DEDICA A TAVECCHIO, VENTURA E UVA”

22/11/2017 - MERCATO: NAPOLI, PRONTA L’OFFERTA AL CORINTHIANS PER JÔ

22/11/2017 - NAPOLI, ULTRÀ IN TRASFERTA PER SOSTENERE LA SQUADRA MA INVECE COMMETTEVANO RAPINE

22/11/2017 - CALCIO NAPOLI: BUCCHERI, MUTU E PALMERI A RADIO CRC

22/11/2017 - CARRARO A RADIO CRC: “IO COMMISSARIO ALLA FIGC? NON HO MAI RISPOSTO ALLE IPOTESI…”

22/11/2017 - SHAKHTAR, FONSECA: “IL GOL DI INSIGNE HA CAMBIATO TUTTO. MA PASSEREMO NOI”

21/11/2017 - FERRARA: “A NAPOLI I TIFOSI ‘SNOBBANO’ LA CHAMPIONS. ITALIA? OK DI BIAGIO TRAGHETTATORE”

21/11/2017 - CHAMPIONS, SARRI "NIENTE PRESSIONE, PROVIAMOCI". QUESTA SERA ALLE 20:45

21/11/2017 - SNAI: CHAMPIONS, NAPOLI ULTIMO APPELLO

21/11/2017 - CHAMPIONS: FONSECA, AL SAN PAOLO NON PER FARE UNA PARTITA DIFENSIVA

21/11/2017 - NAPOLI, DE LAURENTIIS: “MAI CHIESTE LE DIMISSIONI DI TAVECCHIO”

21/11/2017 - MERCATO: CHIEVO, CAMPEDELLI BOCCIA IL PRESTITO DI MILIK

21/11/2017 - CHAMPIONS, NAPOLI-SHAKHTAR: DUBBI TATTICI E FORMAZIONI

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1