1
OGGI: 14/12/2017 14:15:14 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
FIGC, TAVECCHIO SI È DIMESSO (LE REAZIONI)
4 20/11/2017 - Il presidente della Figc Carlo Tavecchio si è dimesso dal suo incarico dopo pochi minuti dall'inizio della riunione del Consiglio federale in via Allegri a Roma. Aprendo il Consiglio, ha letto le sue dimissioni. Poi si è alzato ed è uscito. "Ambizioni e sciacallaggi politici hanno impedito il confronto sulle ragioni di questo risultato" ha detto, a quanto apprende l'AdnKronos, ai consiglieri. "Ho preso atto del cambiamento di atteggiamento di alcuni voi", ha poi aggiunto il presidente dimissionario.

La Lega nazionale dilettanti era unita con Cosimo Sibilia. Secondo i dilettanti, sempre a quanto si è appreso, "non c'erano più le condizioni per andare avanti". Dopo le dimissioni del presidente federale, il Consiglio decade automaticamente: non ci sono state le dimissioni degli altri componenti del Consiglio.

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha deciso di convocare per mercoledì pomeriggio la Giunta del Coni per discutere del momento di crisi del calcio italiano dopo le dimissioni del presidente Figc, giunte a una settimana dalla mancata qualificazione dell'Italia al mondiale.

Cosa accade ora? Entro 90 giorni saranno indette nuove elezioni in Figc. Lo stesso presidente dimissionario ha detto che "avrebbe indetto le elezioni entro i termini previsti" e resterà, quindi, lui reggente fino alle prossime elezioni. Ad ogni modo tutti i consiglieri si augurano che venga fissata la data delle elezioni al più presto.

“Il presidente Tavecchio ha preso atto che alcune componenti, che in passato avevano manifestato il loro appoggio, avevano difficoltà nel rinnovare questo tipo di consenso”. Lo ha detto Giancarlo Abete, consigliere in quota Lega Pro, ex presidente della Federcalcio, parlando della decisione di Carlo Tavecchio di rimettere il mandato di presidente federale. “È importante ora che si rispettino e tutelino le rappresentanze democratiche e si consenta nei tempi previsti dallo Statuto a procedere a elezioni – ha aggiunto – in modo che ci sia un soggetto che, avendo la maggioranza, possa liberamente essere e il più presto possibile il nuovo presidente”. Abete ha poi confermato che sarà lo stesso Tavecchio a indire le nuove elezioni che “non sono frutto della responsabilità di una sola persona”.

"Ho rassegnato le dimissioni e come mero atto politico ho chiesto quelle del consiglio federale. Ma nessuno le ha rassegnate, sono rimaste le mie". Lo ha detto Carlo Tavecchio, presidente dimissionario della Federcalcio, nel corso della conferenza stampa dopo l'annuncio delle dimissioni. "Ho parlato con 4-5 grandi allenatori. Sono tutti impegnati, potranno dire la loro fra poco o fra tanto ma nessuno non viene per Tavecchio, dire il contrario e' una menzogna", ha aggiunto l'ex numero uno della Figc.

"Quando oggi ho avuto la sensazione che la mia componente (la Lnd, ndr), nella quale ho vissuto per 18 anni, ha fatto considerazioni che non promettevano sostegno, non ci ho pensato un attimo e mi sono dimesso per un atto politico e non sportivo". Così il presidente dimissionario della Figc, in conferenza stampa ha spiegato i motivi del passo indietro. "Carlo Tavecchio - ha aggiunto parlando in terza persona - paga per avere scelto Ventura. Abbiamo perso il Mondiale ed è qualcosa che diventa tragedia".

"C'è la volontà di commissariare la Federcalcio, lo dice lo statuto. Mi sembra l'unica soluzione". Lo annuncia il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che oggi ha fissato una Giunta straordinaria per mercoledì alle ore 16:30.

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha deciso di convocare per mercoledì pomeriggio la Giunta del Coni per discutere del momento di crisi del calcio italiano dopo le dimissioni del presidente della Figc Carlo Tavecchio giunte a una settimana dalla mancata qualificazione dell'Italia al mondiale.

"E' molto grave, in Italia ci sono gli statuti e le garanzie". Il presidente dimissionario della Figc, Carlo Tavecchio, commenta così la dichiarazione del n.1 del Coni, Giovanni Malagò che ha annunciato l'intenzione di commissariare la federcalcio.

"Tavecchio ha garantito l'ordinaria amministrazione e la convocazione dell'assemblea entro novanta giorni. Commissariamento? E' un'ipotesi invasiva: bisogna evitare ulteriori tensioni al nostro ambiente, la speranza e' che non ci siano ulteriori colpi di testa". Queste le parole del presidente della Lega Pro Gabriele Gravina sulle dimissioni del numero uno della Figc Carlo Tavecchio. "Auspicavo questa soluzione ma forse questa fase si poteva gestire meglio".

"Il Consiglio federale rimane in carica per l'ordinario: io non le do le dimissioni, altrimenti c'è il pericolo che arrivi davvero Malagò...". Lo ha detto Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, uscendo dal consiglio della Figc. "Quello di oggi e' un segnale grosso, un segno di debolezza. Rispetto la decisione di Tavecchio, ha chiesto le dimissioni di tutti come gesto politico: ma dobbiamo restare per garantire l'ordinaria amministrazione, altrimenti davvero arriva qualcuno da fuori e sarebbe una iattura...".<

"C'è stata una componente autorevole che ha pensato di non fare più parte della maggioranza e noi ne abbiamo preso atto. Ringraziamo Tavecchio per quello che ha fatto, ora il calcio ha bisogno di ripartire e cominciare un nuovo percorso". Lo ha detto il presidente della Lnd, Cosimo Sibilia, dopo il consiglio federale in cui Carlo Tavecchio ha annunciato le sue dimissioni. "Tavecchio ha parlato di sciacallaggio politico? Non so a cosa si riferisse", ha tagliato corto Sibilia. Quanto alla posizione preventiva della Lega Dilettanti sulle dimissioni di Tavecchio, Sibilia ha sottolineato come "il presidente abbia letto una dichiarazione e si è dimesso, il resto non conta. Quando siamo arrivati aveva già deciso. Posso solo dire che quando noi abbiamo partecipato al tavolo con le componenti abbiamo detto con chiarezza che serviva una maggioranza ampia per poter fare le riforme. Se questa maggioranza non c'è non possiamo andare avanti", ha concluso Sibilia lasciando la sede della Figc.

"Questa crisi e le nuove elezioni non sono frutto della responsabilità di una sola persona. Basta avere la volontà di leggere quanto è accaduto in questi anni e quante persone a vario titolo hanno determinato una serie di decisioni da parte di Tavecchio ben diverse dalla logica che c'era in precedenza". Così l'ex presidente della Figc, ora consigliere federale in quota Lega Pro, Giancarlo Abete, dopo le dimissioni di Tavecchio. "Con alcuni giorni di ritardo e in un contesto diverso si è arrivati alla stessa situazione in cui si era il 24 giugno 2014 con le mie dimissioni ed elezioni convocate per l'11 agosto per consentire democraticamente alla federazione di rinnovare i propri organi dirigenti perché di tutto c'è bisogno tranne che dell'uomo solo al comando", ha concluso Abete.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
14/12/2017 - MILAN SUPERA VERONA 3-0, DERBY IN TIM CUP CON INTER

14/12/2017 - COPPA ITALIA: DOPPIETTA VERETOUT, FIORENTINA AI QUARTI

14/12/2017 - SERIE A: IMMOBILE SE LA CAVA CON UN SOLO TURNO DI STOP

14/12/2017 - MILAN: “DONNARUMMA PATRIMONIO DEL CLUB, E NON È TEMPO DI MERCATO”

14/12/2017 - ITALIAN SPORT AWARDS, PREMIO A IMMOBILE

13/12/2017 - COPPA ITALIA: INTER AI QUARTI, PORDENONE KO SOLTANTO AI RIGORI

13/12/2017 - ADDIO ALLA VOCE DI 'TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO'

13/12/2017 - LAZIO MINACCIA: "VIA DAL CAMPIONATO"

13/12/2017 - MERCATO: DONNARUMMA VIA? PARLA IL MILAN

13/12/2017 - C'È SEMPRE LA ROMA TRA CLUB CALCIO PIÙ "SMART"

13/12/2017 - GATTUSO: "IL VAR LEVA I CATTIVI PENSIERI". MA LA LAZIO NON CI STA E GRIDA AL COMPLOTTO

13/12/2017 - SERIE A: RIMONTA ATALANTA, GENOA KO IN CASA

12/12/2017 - SERIE A: TORINO BATTE 3-1 LA LAZIO, ESPULSO IMMOBILE CON VAR

12/12/2017 - LAZIO, INZAGHI: “LA PARTITA È STATA DECISA DALL’ARBITRO”

12/12/2017 - NEDVED BACCHETTA DYBALA

12/12/2017 - FASSONE CREDE IN GATTUSO "SPERO MEGLIO NEL 2018"

12/12/2017 - TORINO, MIHAJLOVIC: “ORGOGLIOSO DELLA SQUADRA”

12/12/2017 - CORTE FIGC, LEGITTIMA PROROGA COMMISSARIO

12/12/2017 - SPALLETTI: “NON SOTTOVALUTIAMO PORDENONE, RISCHIO BRUTTA FIGURA”

11/12/2017 - SERIE A: NAPOLI E ROMA A SECCO, INTER RESTA IN TESTA

11/12/2017 - SPALLETTI: "FOGNE VUOTE ANCHE QUESTA SETTIMANA"

11/12/2017 - CALCIO, ARBITRI; RIZZOLI: VAR OK, PROGETTO VA MEGLIO DEL PREVISTO

11/12/2017 - CALCIO, COPPA ITALIA: GLI ARBITRI DEGLI OTTAVI DI FINALE

11/12/2017 - CROTONE, ZENGA: “SECONDO TEMPO INTERPRETATO MALE”

11/12/2017 - SERIE A, SASSUOLO BATTE CROTONE: DEBUTTO AMARO PER ZENGA

11/12/2017 - SERIE A: DOPPIO BONAVENTURA AFFONDA IL BOLOGNA. MILAN, PRIMA VITTORIA DELL'ERA GATTUSO

11/12/2017 - JUVENTUS-INTER FINISCE PARI, ALLEGRI: "MANCATO GOL, LORO DA SCUDETTO"

11/12/2017 - SERIE A, VERONA SI PERDE NEL FINALE: SPAL RIMONTA IN 2 MINUTI, 2-2

11/12/2017 - SERIE A, ROMA SBATTE SU MURO SORRENTINO: È 0-0 CON IL CHIEVO

11/12/2017 - BENEVENTO, DE ZERBI: “TENIAMO BOTTA FINO A GENNAIO, IN ARRIVO GENTE DI ESPERIENZA”

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1