1
OGGI: 23/02/2018 17:25:59 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-SerieA
Bookmark and Share Condividi la notizia
FABBRICINI "DI BIAGIO CT RIPORTI ENTUSIASMO"
4 06/02/2018 - Prima le regole, poi il ct. E del format dei campionati se ne occuperà il futuro presidente della Figc. Roberto Fabbricini è solo da pochi giorni in via Allegri ma si è già rimboccato le maniche e messo all'opera. Tante le cose da fare e non c'è tempo da perdere. "Io credo nel dialogo e vorrei parlare con tutte le componenti in vigore per capire e valutare i problemi - spiega ai microfoni di 'Radio Anch'io Sport' su RadioUno - Aspettiamo con grande fiducia la fine del commissariamento della Lega di A per avere un quadro completo. Poi bisognerà andare a rivedere i sistemi elettorali, i pesi delle componenenti, e poi vogliamo che Coverciano torni a essere il centro della cultura tecnica della Federazione.

Tanti allenatori delle squadre azzurre, come Vicini per esempio, venivano da Coverciano". Secondo Fabbricini "è un momento di grande riflessione e azione. A me tocca sistemare certe regole federali, di statuti. C'è un'attività molto forte da parte del Coni per rendere il più omogenee possibili le regole elettorali che governano le Federazioni e, pur con tutte le sue peculiarità, la Figc deve mettersi in linea, poi si può agire in profondità". Il commissariamento durerà sei mesi ma non è da escludere che si possa andare oltre. "Abbiamo cominciato col piede sull'acceleratore, cercheremo di fare le cose in sei mesi ma se sarà necessario ci prenderemo altro tempo, la governance della serie A è strettamente connessa". E a questo proposito, ha spiazzato un po' tutti la decisione del Coni di affidare la Lega a Malagò e a Fabbricini, che si ritrova così nel ruolo di 'controllore' del numero uno dello sport italiano, la Federcalcio. "La serie A è la punta dell'iceberg, di questa granda montagna che è la Figc, ed è giusto che tocchi a Malagò, che ha la responsabilità dello sport italiano, occuparsene. Fra di noi c'è identità di vedute, siamo due persone che vogliono il bene dello sport italiano", garantisce Fabbricini fra le cui priorità non c'è quella della rivisitazione dei format dei campionati: "l'affiderei alla nuova governance federale, è giusto che si occupi lei di provvedimenti straordinari così radicali, non vorrei metterla in cantiere adesso". Più urgente la questione ct anche se fino a giugno non dovrebbero esserci grosse novità. In mattinata, è stata ufficializzata la decisione di nominare Di Biagio ct dell'Italia per le due amichevoli di marzo contro Argentina e Inghilterra, rispettivamente il 23 a Manchester e il 27 a Londra.

"Il primo compito di Di Biagio e' quello di riportare entusiasmo: siamo fiduciosi che sara' all'altezza" le parole del commissario straordinario della Figc dopo la nomina. "La scelta di Di Biagio credo sia la piu' giusta al momento visto che abbiamo delle contingenze immediate sportive, quindi sara il ct della Nazionale per i prossimi due incontri che faremo in Inghilterra, dopodiche' vediamo. Se puo' guadagnarsi la conferma? Non sta a me dirlo, vanno esaminate delle situazioni al di la' dei risultati sportivi", ha concluso Fabbricini

"È un’opportunità importante. Ho una gran voglia di cominciare subito, sono qui per lavorare, ho in mente tante cose e cercheremo di portarle a termine - le sue prime parole - Ci aspettano due gare importanti, difficili, ma potremo fare sicuramente molto bene. Le convocazioni? Ho la fortuna di conoscere benissimo l’80% dei ragazzi che faranno parte della nazionale, e con alcuni ho avuta anche la possibilità di giocarci. Vedremo cosa succederà, poi faremo una conferenza stampa ed entreremo nei dettagli".

Ora si "procederà alla comunicazione all'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, come previsto dall'Invito stesso ai fini dell'assegnazione dei diritti in oggetto". La svolta era nell'aria, con la Lega e Infront che erano rimasti impressionati dalle strutture di Mediapro visionate domenica in occasione del derby catalano fra Barcellona ed Espanyol. Tecnologie all'avanguardia e trasmissioni in altissima definizione. "E' un risultato straordinario e siamo molto soddisfatti", ha commentato l'avvocato Paolo Nicoletti, subcommissario della Lega Serie A.

"Si è passati da un valore iniziale delle offerte degli operatori di 493 milioni lo scorso 10 giugno, poi si è arrivati a 762 milioni il 22 gennaio e a 830 il 26 gennaio dopo le trattative. Quindi c'è stata la prima offerta di 950 milioni dell'intermediario, ora siamo a oltre il miliardo e 50 milioni", ha aggiunto. "E' un segnale importante che ha dato MediaPro: la centralità del tifoso e del prodotto calcio, che deve essere distribuito nel modo più qualitativo, con una base più ampia possibile", ha detto ancora Nicoletti. "Siamo tutti contenti, è un percorso nuovo e si apre un'era diversa", ha detto invece l'ad di Infront, Luigi De Siervo. Soddisfatti anche MediaPro, attraverso le parole del due soci principali Jaume Roures e Taxto Benet: "Siamo molto contenti. Siamo qui perché la Serie A ha un grande futuro".

Immediata la risposta di Infront, sempre attraverso le parole dell'ad De Siervo: "Nel nostro settore bisogna sapere anche perdere". Consultati i loro legali, in Lega sono sicuri della liceità della assegnazione in quanto MediaPro opererà come un intermediario che venderà il proprio prodotto a tutti gli operatori (dalle tv satellitari al digitale terrestre, fino agli operatori della telefonia) che a loro volta lo distribuiranno all'utente finale mediante pacchetti o singoli eventi. "Vogliamo donare al tifoso la Serie A su tutte le piattaforme possibili. L'obiettivo è offrire il miglior prodotto al giusto prezzo. Così avremo molti più abbonati di oggi", hanno confermato da MediaPro. Un canale della Lega che però è l'obiettivo finale degli spagnoli: "Nei prossimi giorni parleremo con i club. La nostra proposta di canale creerebbe più valore" alla Serie A.

Se i club sentono già il profumo dei soldi, i tifosi sono preoccupati per quanto sta accadendo, come dimostrato dal sit-in del gruppo di ultras della Samp 'Ultras Tito Cucchiaroni' dinanzi la sede della Lega con tanto di striscione di accusa. "Senza di noi valete niente. Il calcio è zero senza la sua gente". La preoccupazione del tifosi è l'ulteriore spezzettamento del programma del campionato, come già annunciato con finestre anche al sabato alle 15, la domenica alle 18 e il lunedì alle 20.30.

A queste accuse ha replicato ancora l'ad di Infront De Siervo, che ha cercato di rassicurare anche sul prezzo finale dei vari pacchetti. "Sarà tutto trasparente ed equo", ha detto. "Se torniamo indietro di 20 anni il nostro calcio sarebbe meno visibile, più povero e più provinciale. La relazione con le tv non è negativa e anzi è più democratica perché al prezzo di una partita allo stadio se ne vedono otto in tv", ha aggiunto. "Nessuno vuole svuotare gli stadi, anzi con più soldi i club potranno investire sui vivai, gli stadi ed essere più competitivi", ha concluso De Siervo.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
23/02/2018 - MERCATO: WANDA NARA SPAVENTA INTER "DUE BIG VOGLIONO ICARDI"

23/02/2018 - SERIE A: CAGLIARI-NAPOLI A GIACOMELLI, JUVE-ATALANTA A MARIANI

21/02/2018 - CALCIO, SERIE A: SEI SQUALIFICATI PER UN TURNO, MULTA CROTONE

21/02/2018 - MILAN: LI, LA SITUAZIONE DELLE MIE RISORSE È SANA

21/02/2018 - SPALLETTI "LAVORO PER VINCERE E RESTARE QUI A LUNGO"

21/02/2018 - IL 21 MAGGIO LA PARTITA DI ADDIO DI PIRLO A SAN SIRO

21/02/2018 - CALCIO, MILAN; BERLUSCONI: CESSIONE A LI PULITA E SICURA

20/02/2018 - CALCIO: PIRLO ANNUNCIA PARTITA DI ADDIO 21 MAGGIO A SAN SIRO

20/02/2018 - ROSETTI "VAR? RAGGIUNGERE UNA MAGGIORE UNIFORMITA'

20/02/2018 - SERIE A: LAZIO-VERONA 2-0, DOPPIETTA IMMOBILE

20/02/2018 - CALCIO, SERIE A: NAPOLI E JUVE AVANTI COL MINIMO SFORZO

20/02/2018 - ICARDI: "COMPLEANNO AMARO"

19/02/2018 - BOGARELLI: "A MEDIAPRO PERSONE CHE STIMO MA NON HO NESSUN RUOLO"

19/02/2018 - MILAN, GATTUSO: “SODDISFATTO DEL LAVORO CHE STIAMO FACENDO”

19/02/2018 - SERIE A: DERBY DELLA MOLE ALLA JUVE, DECIDE ALEX SANDRO

19/02/2018 - SERIE A: BADELJ E PETAGNA, FINISCE 1-1 ATALANTA-FIORENTINA

19/02/2018 - SERIE A: BONAVENTURA-GOL, MILAN BATTE E AGGANCIA SAMP

19/02/2018 - JUVE: DISTORSIONE HIGUAIN, BERNARDESCHI OUT

19/02/2018 - BENEVENTO-CROTONE 3-2: IL NUOVO ACQUISTO DIABATÉ TIENE VIVO IL SOGNO GIALLOROSSO

19/02/2018 - JUVENTUS, ALLEGRI: “SIAMO FORTI CON GIOCATORI STRAORDINARI”

19/02/2018 - BENEVENTO, DE ZERBI: “CON UN K.O. SAREBBE STATA RETROCESSIONE”

19/02/2018 - TORINO, MAZZARRI: “DISPIACE PER I TIFOSI, MA LA JUVENTUS PIÙ BRAVA A FARE GOL”

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1