1
OGGI: 25/04/2018 23:59:27 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Altri
Bookmark and Share Condividi la notizia
Olimpiadi a Torino, M5S si spacca
4 14/03/2018 - Per la prima volta dal suo insediamento in Consiglio comunale a Torino è mancato il numero legale. In apertura di seduta, che avrebbe dovuto discutere una mozione del Pd sulle Olimpiadi invernali del 2026 ed erano previste le comunicazioni della sindaca, Chiara Appendino, dai banchi della maggioranza è mancata la presenza dei consiglieri pentastellati contrari alla manifestazione. Pertanto le opposizioni hanno deciso di non rispondere all’appello mandando così sotto la maggioranza.

Al momento dell’appello erano assenti i consiglieri grillini Damiano Carretto, Viviana Ferrero, Daniela Albano e Marina Pollicino, considerati, insieme a Maura Paoli oggi presente in aula, l'ala più ‘integralista’ del M5S. L'ex grillina Deborah Montalbano, che fin dall'inizio aveva manifestato la sua contrarietà alla candidatura ai giochi olimpici, invece, da oggi siede ufficialmente all'opposizione essendo passata al gruppo misto.

"Il dato politico è che da oggi la sindaca Chiara Appendino non ha più la maggioranza su uno dei temi importanti per la città - ha commentato il capogruppo del Pd in Sala Rossa, Stefano Lo Russo - Non è bastato Beppe Grillo, ora se la sindaca non ce la fa da sola, il Pd è pronto a venire in soccorso con i suoi voti, ma la giornata di oggi ha segnato una profonda discontinuità e noi auspichiamo che sia proprio lei la prima a coglierla".

Per Osvaldo Napoli, capogruppo di Fi, "ciò che è successo oggi compromette la candidatura di Torino perché ci indebolisce di fronte al Coni". "Il Movimento 5 Stelle è ora che si assuma le proprie responsabilità - ha aggiunto per la Lega Fabrizio Ricca - non abbiamo bisogno di un sindaco succube di una minoranza all'interno della sua maggioranza".

Intanto, su ‘Il blog delle stelle’ in un post a firma di Chiara Appendino si legge che "mercoledì, in seguito al consiglio metropolitano, manifesteremo con una lettera al Coni l’interesse della città". E specifica: "Ci tengo a precisarlo non si tratta di una candidatura ma di una manifestazione d’interesse".

"Vogliamo dimostrare che un’idea diversa di olimpiadi esiste e siamo in grado di metterla in piedi - aggiunge la sindaca - vogliamo creare un nuovo modello che sia un esempio per tutti gli eventi futuri e di cui i cittadini possano vivere i benefici non solo nel ricordo ma nei servizi e nella qualità della vita offerta dal territorio post-olimpico".

"Si tratta di una sfida importante, ne siamo consapevoli. Ma siamo anche consapevoli di avere tutti gli strumenti per affrontarla, di avere le idee, le competenze ed una Rete tale da garantire che l’eventuale organizzazione dei Giochi Olimpici Invernali 2026 avverrà secondo un nuovo modello progettuale e gestionale che possa diventare un modello internazionale".

MALAGÒ FRENA GRILLO - Giovanni Malagò mette i puntini sulle 'i' al termine della riunione odierna della Giunta a Palazzo H: porte aperte al dialogo, anche con il Movimento 5 Stelle, ma su un'eventuale candidatura italiana alle Olimpiadi l'ultima e più importante parola spetta al Coni.

Il Coni, che attenderà la formazione del nuovo governo prima di fare qualsiasi passo, per ora resta alla finestra. Ma intanto manda un avviso chiaro ai naviganti. "Il Coni - premette Malagò - non può che essere contento che qualcuno faccia un endorsement a una candidatura, tanto più se è il garante di un movimento così rappresentato" come quello dei 5 Stelle. "Ma - aggiunge il capo dello sport italiano - per portare avanti una candidatura servono tre gambe di un tavolo: enti locali, Coni e governo. E per evitare brutte figure, preciso che solo il Coni può scrivere al Cio per candidare una città. Chi sostiene il contrario si leggesse quantomeno la carta olimpica".

Un concetto ribadito da Malagò anche di fronte al Consiglio nazionale: "Improvvisamente il tema della candidatura è tornato di gran moda. C'è stata questa fuga in avanti, con prese di posizione anche belle, però fermiamoci qui". La bocciatura alla candidatura di Roma per i Giochi 2024 è una ferita ancora aperta ma da parte del Coni "non c'è nessun problema a considerare il Movimento 5 Stelle come un interlocutore affidabile", precisa Malagò. "Certo - aggiunge - questa stessa domanda andrebbe fatta al Cio. Non so se al di fuori del nostro confine il discorso è altrettanto facile".

ZAIA CANDIDA LE DOLOMITI - Intanto il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha annunciato: “I primi contatti con i colleghi Presidenti delle Province Autonome di Bolzano e Trento, Kompatcher e Rossi, ci sono già stati: per le Olimpiadi invernali del 2026 proporremo una candidatura Dolomitica coordinata tra Veneto, Bolzano e Trento”.

"Saranno - ha detto - Olimpiadi a impatto zero, senza nuovo cemento, che valorizzeranno il già straordinario patrimonio tecnico, sciistico e impiantistico, l’ambiente, la storia e il pregio delle Dolomiti, mettendo anche a frutto l’esperienza che il Veneto sta facendo con i Mondiali di Cortina 2021 e le caratteristiche dell’intero Dolomiti Superski". "Mi sorge spontanea - ha concluso Zaia - l’idea di chiamarle ‘le Olimpiadi dell’Unesco’, perché tutto si svolgerebbe sulle montagne Patrimonio Universale dell’Umanità".

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
23/04/2018 - VOLLEY, FINALE SCUDETTO: PERUGIA BATTE CIVITANOVA IN GARA-1

23/04/2018 - MARATONA LONDRA, VINCE KENIANO KIPCHOGE

19/04/2018 - SPETTATORI COME GIOCATORI, LA PROMESSA DEL VIRTUALE

19/04/2018 - WRESTLING, ADDIO ALLA LEGGENDA ITALIANA BRUNO SAMMARTINO

19/04/2018 - VOLLEY, MODENA CAMBIA: VIA IL TECNICO STOYTCHEV

18/04/2018 - MARATONA BOSTON ALLA STATUNITENSE LINDEN

16/04/2018 - VOLLEY, SUPERLEGA: TRENTO TRASCINA PERUGIA IN GARA-5, CIVITANOVA IN FINALE

16/04/2018 - AMARA SCONFITTA PER L'INDOMITA MASCHILE CHE ALLA SENATORE CEDE 1-3 CONTRO LO SPARANISE

09/04/2018 - VOLLEY, SUPERLEGA: CIVITANOVA VEDE LA FINALE, MODENA PIEGATA AL QUINTO SET

09/04/2018 - MARATONA DI ROMA, LA CARICA DEI 14MILA VINCONO BIRECH E TUSA PER LE DONNE

09/04/2018 - SERIE C FEMMINILE VENTIDUESIMA GIORNATA: NOLA CITTA’ DEI GIGLI - INDOMITA SALERNO 3-0

07/04/2018 - CANADA, SCONTRO CAMION-PULLMAN: MORTI 14 GIOCATORI SQUADRA JUNIOR HOCKEY

07/04/2018 - SCHERMA, MONDIALI UNDER 20: ORO E BRONZO PER L’ITALIA NELLA SCIABOLA A SQUADRE

06/04/2018 - TV IRANIANA CENSURA MAMMELLE LUPA CAPITOLINA

06/04/2018 - FOLLIA MCGREGOR: IL LOTTATORE ASSALTA BUS A NEW YORK E SI CONSEGNA ALLA POLIZIA

05/04/2018 - MUORE LA VOLALTO E NASCE LA VOLALTO 2.0 CASERTA DI PROPRIETA’ 100% TURCO

05/04/2018 - VOLLEY, CHAMPIONS: CIVITANOVA E PERUGIA FANNO IL PRIMO PASSO VERSO LA FINAL FOUR

04/04/2018 - OLIMPIADI 2026: 7 PAESI INTERESSATI, C'È L'ITALIA

04/04/2018 - SCHERMA, MONDIALI UNDER 20: L'ITALIA FA FESTA. ORO E BRONZO NELLA SPADA A SQUADRE

03/04/2018 - VILLANOVA VINCE IL TITOLO NCAA CON L’ITALO AMERICANO DIVINCENZO

03/04/2018 - SCHERMA, MONDIALI UNDER 17: TRIPLETTA ITALIA. PODIO TUTTO AZZURRO NELLA SPADA MASCHILE

03/04/2018 - BOXE: JOSHUA RE DEI MASSIMI ANCHE WBO

03/04/2018 - VOLLEY, MODENA E TRENTO VINCONO GARA 2: SEMIFINALI SCUDETTO IN PARITÀ

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1