1
OGGI: 22/05/2018 11:48:19 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRI TV FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
  Capri Watch
  CALCIO  
  ALTRI  
RUBRICA: Calcio-Napoli
Bookmark and Share Condividi la notizia
Venerato, Di Gennaro, Pardo, Bongiorni , Marino, Condò, Jacobelli, Pucci a Radio Crc
4 23/04/2018 - A Radio Crc è intervenuto Ciro Venerato, giornalista: “Koulibaly è come la Gioconda, non ha prezzo. Se sarà scudetto e sarebbe un’impresa, significherebbe che la forza delle idee supera la tecnica. Il Napoli ha meritato la vittoria a Torino per come ha interpretato la gara e allo stesso modo la Juve meritava di perdere per come non l’ha interpretata. Il calcio all’italiana paga fino ad un certo punto e ieri la Juve l’ha persa perché si è limitata a giocare per il pareggio. Il Napoli invece l’ha vinta in maniera intelligente perché non ha rinunciato alla propria idea di calcio e man mano Sarri ha capito che poteva osare. Questa vittoria vale oro e dopo il -1 dice che il Napoli ha un punto in meno, ma anche la Juve avrà un calendario più difficile. Sarri? E’ molto legato alla città e dopo la dimostrazione d’affetto di ieri forse ancor di più, ma la vittoria sulla Juve pone anche il tecnico all’attenzione dei grandi club. Tutti i vertici con la società, però, saranno rimandati a fine campionato perché Sarri non vorrà essere disturbato”.

Antonio Di Gennaro: “Il Napoli ha giocato una partita importante ieri in ogni reparto. Non ci sono state grandissime occasioni, ma le palle inattive in partite così equilibrate fanno la differenza. Koulibalu è stato rivalutato da Sarri ed è un giusto premio. Non sarà semplice per la Juventus battere l’Inter che sarà arrabbiata e vogliosa di fare risultato. Oltretutto, i bianconeri non avranno Chiellini che è un leader. Adesso, inizia un mini campionato in cui le motivazioni saranno determinanti”.

Pierluigi Pardo, giornalista: “Il Napoli è l’unica città italiana che ha la sua squadra. L’identificazione tra città e squadra è enorme e quello che è successo ieri è magnifico. Ho visto le immagini e quella dei motorini che in tangenziale scortano il pullman del Napoli sono incredibili così come lo stupore dei calciatori mi ha impressionato tantissimo. La felicità che si respira in città è già uno scudetto. Mancano 4 partite, 4 finali per Napoli e Juventus. Ad oggi, gli azzurri non sono padroni del proprio destino perché c’è un distacco dalla Juve, ma credo siano favoriti visto il calendario della Juve che dovrà fare 2 grandi imprese contro Inter e Roma. Quella di Torino è la vittoria di tutti, ma Koulibaly è un gigante buono, un bravissimo ragazzo e sempre in prima fila quando c’è da mettere la faccia sul razzismo, sulla discriminazione. Con Sarri si è completato, ha una forza fisica e tattica incredibile e ieri Higuain e Dybala non l’hanno mai presa”.

Massimiliano Bongiorni: “Solo il Napoli può decidere il suo percorso. Lo scudetto dipende della Juve che ha un punto di vantaggio, ma il Napoli deve metabolizzare tutta questa euforia e trasformarla in una situazione favorevole contro la Fiorentina. Il Napoli deve focalizzarsi sulle risorse mentali senza pensare a ciò che farà la Juventus. Le palle inattive rappresentavano il cruccio di Sarri nel primo anno di Napoli. Non riusciva ad ottenere dei vantaggi su queste palle inattive nonostante ci lavorasse molto, ma qualcosa è cambiato: chi calcia la palla. Prima ci andavano i registi, adesso ci va Callejon”.

Pierpaolo Marino, dirigente: “Ieri mi sono emozionato per come è arrivata la vittoria e per quanto il Napoli meritasse di vincere. Ha giocato con padronanza a casa della Juventus, ci ha creduto fino alla fine e mi sono esaltato. Il Napoli ha il 50% delle possibilità di vincere lo scudetto perché ha un calendario favorevole anche perché ieri la provinciale sembrava la Juve che l’ho vista male ed infatti andava in affanno anche nei disimpegni. L’entusiasmo di Napoli non può che far bene alla squadra, ma non deve mai calare di attenzione perché in serie A nessuna partita è scontata”.

Paolo Condò, giornalista: “La Juve ha un punto in più ed è un aspetto importante, ma nel Napoli c’è una situazione psicologica allo stesso modo importantissima. Concordo con Allegri quando dice che Inter-Juventus è la svolta perché quella partita deciderà il campionato. L’aspetto psicologico darà al Napoli una freschezza anche fisica non da poco, ma non dimentichiamo che la Juve dopo la sconfitta più dura patita in casa col Real Madrid, è riuscita a tirar fuor quella partita eccezionale nella gara di ritorno per cui sono curioso di vedere come Allegri utilizzerà questa settimana. Ieri il tecnico bianconero ha capito che la squadra non ne aveva più e tutto ciò che ha potuto fare è provare a giocare per il pari. Il Napoli è maturo per vincere lo scudetto e rispetto a quella partita del famoso gol di Zaza, il Napoli ieri ha messo in campo 9/11 dei calciatori di quella partita e questo vuol dire che in 2 anni il Napoli ha costruito un blocco importante”.

Xavier Jacobelli, direttore di Tutto Sport: “E’ un finale di campionato entusiasmante alla luce dell’impresa del Napoli di ieri sera che ha impartito una lezione di calcio alla Juventus. Il Napoli ha giocato molto bene, la Juve molto male, ma soprattutto quella di ieri è stata la partita perfetta di Sarri. Una grande squadra consolida la sua dimensione quando dimostra di reggere il peso dell’importanza di un impegno perché la condizione psicologica è fondamentale per ottenere dei risultati. La crescita del Napoli è anche questa e nel calcio nulla è impossibile. Lo sfogo di Allegri a fine partita? Comprendo lo stato d’animo del tecnico della Juventus. Ritengo che la squadra bianconera non abbia ancora metabolizzato quanto accaduto al Madrid, in più va aggiunto il logorio di una stagione particolarmente intensa oltre ad un Dybala che ancora non riesce ad essere decisivo nelle partite importanti. L’argentino vive una crisi d’identità e la sostituzione contro il Napoli ad inizio ripresa la dice lunga sull’irritazione dello stesso Allegri”.

Andrea Pucci, cabarettista italiano: “Sono molto contento per i napoletani e devo dire che ieri sono stato napoletano tutta la giornata, ho mangiato pizza e mi sono comportato come tutti voi. Noi interisti vogliamo battere la Juve sempre, ogni secondo, ogni giorno e a prescindere. Tutte le cose nella vita prima o poi tornano. Noi perdemmo lo scudetto il 5 maggio e qualcosa deve accadere anche a loro e ci credo in questa cabala”.

 


Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 

Notizie correlate
22/05/2018 - KOULIBALY, L’AGENTE: “È UN GIOCATORE IMPORTANTE MA HA UN CONTRATTO”

22/05/2018 - BUCCIANTINI, VAGHEGGI E PADOVAN A RADIO CRC

22/05/2018 - JOAO SANTOS: “CITY, IPOTESI REALE PER JORGINHO”

22/05/2018 - CALCIO NAPOLI: IL SALUTO DI MAGGIO

22/05/2018 - NAPOLI: DE LAURENTIIS VUOLE CHIUDERE LA PARTITA DELLA PANCHINA AL PIÙ PRESTO

22/05/2018 - PEPE REINA E PAOLO CANNAVARO DEFERITI

22/05/2018 - MERCATO: EMISSARI DELLO ZENIT HANNO INCONTRATO SARRI

21/05/2018 - NAPOLI, SARRI: ''LA SITUAZIONE È COMPLICATA. MEGLIO FINIRE QUANDO STORIA È BELLA''

21/05/2018 - POST CHOC SU INSIGNE, ESPOSTO ALLA PROCURA

21/05/2018 - INSIGNE: "FATTO IL POSSIBILE"

21/05/2018 - CALCIO NAPOLI: MAGLIA 500 PER HAMSIK

21/05/2018 - NAPOLI-CROTONE 2-1: MILIK E CALLEJON MANDANO IN B IL CROTONE

21/05/2018 - NAPOLI: COMMOZIONE PER REINA E MAGGIO

21/05/2018 - PERIN A LE IENE: “NAPOLI E MILAN CERCANO ALTRI PORTIERI”

20/05/2018 - CALCIO, NAPOLI; DE LAURENTIIS: STADIO? NON POSSO FARE FIGURA PEZZENTE

20/05/2018 - NAPOLI: DE LAURENTIIS, SARRI? TEMPO SCADUTO

20/05/2018 - CALCIO, NAPOLI: CHIRICHES OPERATO ALLA SPALLA, INTERVENTO RIUSCITO

20/05/2018 - CALCIO, NAPOLI; SPALLETTI: HA VINTO COPPA 'MANUALE DEL CALCIO'

20/05/2018 - NAPOLI, PER JORGINHO PRONTI 60 MILIONI DAL MANCHESTER CITY

20/05/2018 - MERCATO: NAPOLI, DEFINITO IL FUTURO DI ZIELINSKI

20/05/2018 - ALLAN: TIFOSI NAPOLI MERITAVANO SCUDETTO

 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1