1
OGGI: 14/11/2018 09:50:36 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capri Watch, Tennis
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

facebook

contatti
RUBRICA: Altri
CONDIVIDI LA NOTIZIA

Paola Egonu e l'omosessualità nello sport
4
05/11/2018 - In Giappone ha stupito tutti a forza di schiacciate, con 324 punti fatti che l'hanno resa sia miglior realizzatrice che opposto del Mondiale di volley femminile. Domenica, in un’intervista al Corriere della Sera, la 19enne Paola Egonu ha di nuovo sorpreso tutti facendo coming out. "Cosa hai fatto subito dopo l'argento?", le è stato chiesto. "Sono tornata in albergo - ha risposto - e ho chiamato la mia fidanzata. Piangevo e lei mi ha consolata, mi ha detto che le sconfitte fanno male, ma sono lezioni che vanno imparate. E che ci avrei sofferto, però, poi, sarei stata meglio". E quando le hanno fatto notare che parla con grande semplicità della propria omosessualità, ha risposto: "Infatti, la trovo normale”. La dichiarazione di Egonu è l'ultima di una lunga serie, che ha toccato personaggi di vari sport. Dai più conosciuti in Italia come calcio, basket e tennis, a quelli meno: football americano, cricket, baseball. Nuoto e tuffi. Non è mai facile parlare apertamente del proprio orientamento sessuale per la paura di non essere accettati dalla società, ma c’è chi c’è riuscito come il campione di nuoto Ian Thorpe. In un’intervista alla tv australiana Channel 10, il cinque volte medaglia d’oro ai Giochi olimpici raccontò "di averci pensato a lungo, ma ho detto questa cosa perché spero che anche per gli altri possa essere più facile farlo". Più a ovest dell’Australia, in Finlandia, invece, Ari Pekka Liukkonen è il primo nuotatore della nazionale di nuoto finlandese, tuttora in attività, a essersi dichiarato gay.

Altra disciplina che ha a che fare con l’acqua è quella dei tuffi e Matthew Mitcham, medaglia d’oro a Pechino 2008 nei 10 metri, è stato il primo gay dichiarato nel suo sport a partecipare a un'Olimpiade. Nella sua disciplina si ricordano anche Tom Daley, campione del mondo sempre nei 10 metri a Roma 2009 e Budapest 2017, che ammise su Youtube di avere una relazione con un uomo, e Greg Louganis, quattro ori e cinque titoli mondiali, che disse di essere gay nel 1994 e di essere sieropositivo già dal 1988. Calcio e non solo. Conosciuto in Italia per aver giocato con la Lazio nel 2010, l’ex centrocampista Thomas Hitzlsperger fece coming out nel 2014, ricevendo gli elogi dal governo tedesco. Lo stesso anno di Casey Stoney, attuale allenatrice del Manchester United femminile. Anche l’ex centrocampista statunitense del Montreal Impact, David Testo, parlò, così come fece lo svedese Anton Hysen nel 2011 alla rivista Offside e il ritirato giocatore dei Los Angeles Galaxy, Robbie Rogers, diventato genitore nel 2016, insieme al suo compagno, di un bambino nato da madre surrogata. L’esempio meno recente e più drammatico è invece quello di Justin Fashanu. Il racconto della propria omosessualità nel 1990 causò delle reazioni ostili (la comunità nera lo rinnegò) e, dopo le accuse di stupro da parte di un ragazzo, l’ex calciatore inglese si tolse la vita nel 1998. Di racconti ce ne sono anche nel pugilato. Orlando Cruz ammise di essere gay nel 2012, mentre Mark Leduc, argento alle Olimpiadi di Barcellona 1992, morto a soli 45 anni nel 2009, lo fece nel 1994. A Rio 2016, fecero scalpore Helen e Kate Richardson-Walsh, la prima coppia gay inglese che partecipò a un’Olimpiade e vinse l’oro per l’hockey su prato. E sempre nell’hockey, ma questa volta 'Inline', c’è il portiere della Nazionale, Nicole Bonamico, che dichiarò la sua omosessualità nel 2014, in un'intervista a Lez Pop.

Nel ciclismo, la tedesca Judith Arndt convisse a lungo con la compagna Petra Rossner. Entrambe ambasciatrici per i Gay Games, si sono separate e la Arndt dal 2012 vive a Melbourne con un’altra donna. Nel pattinaggio di figura, il campione Johnny Weir si dichiarò gay nella sua autobiografia uscita nel 2011, mentre Brian Boitano, pattinatore americano, lo fece due anni dopo. Nel cricket Steven Davies, il più importante giocatore del panorama internazionale, fece coming out lo stesso anno di Weir. L'anno scorso arrivò la dichiarazione dell'astista canadese Shaw Barber, che su Facebook si definì "gay e oroglioso".

Dal football al tennis. Michael Sam fu il primo giocatore di football a dichiararsi gay nel 2014, ma dopo il coming out i gruppi cristiani più fondamentalisti minacciarono le squadre dall’assumerlo. Per le troppe proteste, nonostante le difese di vari club americani, Sam decise di ritirarsi. Nel rugby, il gallese Gareth Thomas fece coming out nel 2009, mentre nel baseball Dave Pallone fu costretto a licenziarsi nel 1990 dopo aver dichiarato la sua omosessualità nella sua autobiografia. Anche varie personalità del basket hanno ammesso di essere gay: dalla cestista dei Chicago Sky e stella della squadra femminile Usa, Elena Delle Donne - che si raccontò su Vogue nel 2016 - alla compagna di nazionale Brittney Griner, che lo fece tre anni prima. Tra le testimonianze degli uomini si ricordano nel 2007 John Amaechi, primo giocatore dell’Nba a dichiararsi, e nel 2013 Jason Collins, ex giocatore e centro dei Brooklyn Nets, fratello di Jarron, anche lui cestista.

Non mancano testimonianze anche nel tennis. Nel 1991 la ceco-statunitense Martina Navratilova, nove volte campionessa a Wimbledon, raccontò della sua omosessualità appena dopo aver preso la cittadinanza americana. Otto anni dopo lo fece Amelie Mauresmo, che arrivò a perdere vari sponsor dopo l’annuncio e a litigare con la sua famiglia. Nel 2010 fu la volta di Beatriz Fernández, americana di origine portoricana. Negli anni Novanta toccò alla spagnola Conchita Martinez, mentre Billie Jean King, divenuta celebre per aver sconfitto Bobby Riggs in una partita di tennis ricordata come la 'battaglia dei sessi', raccontò solo in seguito di aver avuto una relazione con la sua segretaria nel 1983.

Lapresse

 




Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - SCHERMA, BEBE VIO TRASCINA LE AZZURRE ALLA VITTORIA DELLA COPPA DEL MONDO

1 - KARATE, MONDIALI: TRE BRONZI DALLE SQUADRE. L'ITALIA CHIUDE A SETTE MEDAGLIE

1 - VOLLEY. SUPERLEGA: PERUGIA ALLUNGA IL PASSO, MODENA BATTUTA NEL MATCH CLOU

1 - CHIULLI CONFERMATO ALLA GUIDA DI GAISF

1 - VOLLEY, SUPERLEGA: PERUGIA SEMPRE A PUNTEGGIO PIENO, CIVITANOVA PIEGA TRENTO

1 - RUGBY: IRLANDA-ITALIA 54-7 A CHICAGO

1 - MARATONA TORINO, È DOMINIO ETIOPIA

1 - MARATONA NY: VINCONO DESISA E KEITANI

1 - MARATONA DI NEW YORK: UN SOGNO PER 3000 ITALIANI

1 - PESI: MONDIALI, BRONZO DI SCARANTINO

1 - MUORE CAMPIONE THAIBOXE CHRISTIAN DAGHIO

1 - COREE ACCORDO PER OSPITARE INSIEME LE OLIMPIADI 2032

1 - KIPTUM BATTE IL RECORD DI MEZZA MARATONA

1 - CANOTTAGGIO: 5 NAZIONI, VINCE FRANCIA

1 - VOLLEY, È MORTA A 38 ANNI, SARA ANZANELLO CAMPIONESSA DEL MONDO 2002

1 - MALAGÒ: “PRONTI AD AUTORIFORMA DELLA GIUSTIZIA SPORTIVA”

1 - VOLLEY, SUPERLEGA: MODENA VINCE AL TIE BREAK

1 - GUAI PER SOFIA GOGGIA: FRATTURA AL MALLEOLO, TORNERÀ IN GARA SOLO A GENNAIO

1 - RIHANNA DICE NO AL SUPERBOWL: SOLIDARIETÀ A KAEPERNICK CONTRO NFL

1 - MONDIALI VOLLEY, LA SERBIA VINCE IN FINALE, ARGENTO ALL'ITALIA


 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1