1
OGGI: 19/07/2019 03:31:57 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1
cs
CANALE 87
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capri Watch fashion accessories
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

facebook

contatti
RUBRICA: Calcio-Napoli
CONDIVIDI LA NOTIZIA

Dopo la vittoria sul Bologna ecco un primo bilancio della stagione firmata Ancelotti
4
02/01/2019 - Al giro di boa del campionato si può tracciare un bilancio dell'avventura di Ancelotti sulla panchina del Napoli. Un'eredità non facile visto quello che ha lasciato mister Sarri. Dopo la vittoria sul Bologna, si può archiviare la prima parte di stagione per il Napoli. È arrivato quindi il momento di tracciare un bilancio, anche per capire come si è comportato Ancelotti, il vero grande acquisto di De Laurentiis nella passata sessione di mercato. Il tecnico di Reggiolo è stato chiamato a sostituire mister Sarri, un allenatore che aveva regalato il sogno Scudetto agli azzurri, perso per una manciata di punti nella passata stagione. Con Ancelotti si sognava in grande, tra campionato e Champions... L'Europa, però, è sfumata e il campionato sembra già vinto dalla Juventus. I numeri per ora condannano l'ex allenatore di Real Madrid e Chelsea, ma se facessimo un confronto, questo Napoli è migliorato o peggiorato?

Il gioco di Ancelotti doveva essere per forza diverso da quello di Sarri. Lo dice la rosa a disposizione, visto che in estate il Napoli aveva perso due elementi come Jorginho e Reina, i due costruttori di gioco degli azzurri. Con l'infortunio di Meret, solo in extremis il Napoli ha avuto il suo portiere (Ospina) e non è mai stato acquistato un regista che potesse sostituire Jorginho - partito al Chelsea - con Ancelotti che si è dovuto inventare Hamsik in quel ruolo. Il risultato è sotto gli occhi di tutti: una squadra che predilige meno la costruzione del gioco dal basso e che agisce più in verticale. Non per forza è un dato negativo, anzi. Meno bellezza, più efficacia; risvolto che ha segnato anche un buon passo in Champions League, trasformando di fatti la forza del Napoli. In alcune gare le difficoltà sono comunque sorte, utilizzando un sistema di gioco diverso (dal 4-3-3 inossidabile di Sarri al 4-4-2 o 4-2-4), ma tutto sommato, il Napoli è sempre stata una squadra compatta. Anche in fase difensiva si è sofferto qualcosa, ma il giusto considerando il punto di partenza: una squadra che aveva cambiato profondamente pelle. Ecco perché, se consideriamo il 2° posto in campionato e l'aver sfiorato la qualificazione agli ottavi (in un girone con PSG e Liverpool), il bilancio è comunque positivo. Basta vedere dove era inserito il Napoli nei ranking ad inizio stagione: fuori dalla top 4, addirittura 6° o 7°.
 




Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - Il Tottenham perde Trippier e pensa a Hysaj

1 - Per Callejon pronto il rinnovo fino al 2022

1 - James-Napoli, non è ancora finita: gli azzurri lo acquisterebbero in caso di sconto

1 - Sabato a Dimaro arriva Elif Elmas

1 - Doppia trattativa col Lille, oltre a Pèpè piace Leao

1 - Il Napoli vira su Nicolas Pépé

1 - Dimaro 12 giorno: assenti Manōlas e Karnezīs

1 - Verdi Ounas e Hysaj in lista di sbarco

1 - Lorenzo Insigne sogna lo Scudetto

1 - Per Elif Elmas pronto un contratto quinquennale

1 - Simone Verdi richiesto dal Torino, per averlo servono 25 milioni di euro

1 - Dimaro: Insigne, Manolas e Mertens rispondono alle domande dei tifosi

1 - Marko Rog verso l'Eintracht Francoforte

1 - Si allungano i tempi per James Rodriguez

1 - Definito l'accordo con Elmas, l'annuncio atteso nelle prossime ore

1 - Si complica l'affare James Rodriguez

1 - Milik vuole vincere con la maglia del Napoli

1 - Arkadiusz Milik vuole vincere con la maglia del Napoli

1 - Roberto Inglese torna a Parma

1 - Zielinski: " Ques'anno vedrete tutta la mia cazzimma"


 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1