1
OGGI: 26/10/2020 03:08:09 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

Facebook

Twitter

Contatti
1
RUBRICA: Calcio-Napoli

Sen. Ruotolo: "Il protocollo Figc va rivisto, epidemia in aumento, priorità alla salute"
4
CONDIVIDI LA NOTIZIA

15/10/2020 - A Radio Marte nel corso della trasmissione "Marte Sport Live" è intervenuto il Senatore Sandro Ruotolo, politico e giornalista. "Le regole vanno rispettate. In piena emergenza - ha riferito - sulla politica sanitaria decidono le ASL e quindi le Regioni. Questo dice la Costituzione nostra, quello dovrebbe contare. Il protocollo è stato firmato un secolo fa, tutto è cambiato. Il protocollo dev'essere rivisto. Con tanti calciatori dell'Inter fuori prima del Derby, sono in questo momento 32 i giocatori malati e con il focolaio del Genoa, bisognerebbe capire che la fase è cambiata, lo dicono i numeri. Gli italiani stanno comprendendo che devono rispettare le regole, dobbiamo evitare di andare in lockdown ma se facciamo finta di nulla ci andremo prima di Natale. Anche il mondo del calcio deve rispettare le regole. L'ASL ha detto al Napoli che non doveva partire, quindi non c'è protocollo che tenga. C'è un ordine di emergenza sanitaria che non si può mettere in discussione. A quel punto se no tutti si sentono svincolati. Se il calcio fa finta di nulla, sicuramente saremo costretti a chiudere. I numeri di oggi non sono quelli di marzo perché si facevano pochi tamponi, però sappiamo che oggi a differenza di marzo il virus sta contagiando tutto il Paese e non solo una parte. In Campania ci sono dati preoccupanti. Se non riusciamo a fermare il contagio nelle prossime 2-3 settimane ci saranno problemi. In questo momento non siamo in una situazione normale ma emergenziale, ce ne dobbiamo rendere conto. Non c'è una voglia matta anti calcio o anti movida ma ci sono motivazioni che sono di assoluta emergenza. Noi dobbiamo evitare di arrivare al punto in cui è arrivata la Francia. Anche perché sta aumentando di nuovo la media dell'età delle persone che si contagiano. Stiamo dicendo a una generazione che può morire e invece no, dobbiamo evitarlo

CONDIVIDI LA NOTIZIA
 




Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra grande comunità su Facebook
clicca sul pulsante sottostante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - Petagna: "Felicissimo per il mio primo gol azzurro"

1 - Insigne: "Complimenti a Roberto, ma di sinistro ho segnato io..."

1 - Gattuso contento a metà: "Primo tempo brutto, poi siamo venuti fuori"

1 - Benevento-Napoli, tabellino e pagelle: i due fratelli Insigne sugli scudi

1 - Con fatica ma con merito: il Napoli vince il derby 2-1 contro un ottimo Benevento

1 - Giuntoli sicuro: "Gattuso rinnoverà"

1 - Elmas e Zielinski negativi al Covid-19

1 - Napoli, a Benevento per riscattare il ko di giovedì

1 - Napoli, oggi l'esito dei tamponi e poi la partenza per Benevento

1 - Gattuso e la maledizione sannita

1 - Il Napoli stamane in campo: a Benevento dal 1' Bakayoko e Ospina

1 - Politano: “C’è grande delusione in tutti noi”

1 - Gattuso amaro: “Senza fame difficile vincere. Il ko ci servirà”

1 - Un brutto Napoli perde in casa con l’ AZ Alkmaar

1 - Napoli, negativi anche gli ultimi tamponi pre Europa League

1 - Napoli-Az Alkmaar: Insigne convocato, gara in programma alle 18.55

1 - Mertens: "Gli olandesi hanno giovani fortissimi, attenti o non vinceremo"

1 - Gattuso: "L'Az non è da sottovalutare"

1 - Europa League, il Napoli sfida l'Az Alkmaar con pochi cambi di formazione

1 - "TeleCapri Onda Azzurra", ecco le repliche


 
TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633 -
1