1
OGGI: 26/01/2021 22:05:25 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRINEWS CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
  CALCIO Napoli Lega Pro
  ALTRI SPORT Motori Basket Tennis Nuoto Ciclismo Altri

Facebook

Twitter

Contatti
1
RUBRICA: Calcio-Napoli

D'Amore, direttore Asl NA 2: "Il Napoli non poteva partire per Torino"
4
CONDIVIDI LA NOTIZIA

10/11/2020 - Antonio D'Amore, direttore generale della Napoli ASL 2 Nord ha ribadito la posizione dell'autorità sanitaria locale: "Non vorrei ripetermi, ma è dal primo giorno che diciamo di non aver fatto altro che attuare la legge. Non siamo burocrati, ma medici ed agiamo per la salvaguardia della salute e non determinare l'applicazione della legge è un omissione. Il Napoli non poteva partire per Torino". Il dirigente lo ha riferito in diretta a Radio Punto Nuovo. "Caso Nazionali? Noto con piacere che oggi altre aziende agiscono come noi, si sono accorti adesso della legge. Zielinski fu trovato positivo e l'ASL Napoli 2 prese in carico il caso chiedendogli i contatti: così è partito il contact tracing anche con le altre ASL per imporre l'isolamento fiduciario per le persone a contatto con il giocatore. La mia professione non tiene conto dei protocolli sportivi, ciò che decidono le associazioni non può andare in deroga al protocollo nazionale: noi applichiamo la legge, poi sta alla società decidere di andare contro legge e se ne assume la responsabilità. Dopo il contact tracing abbiamo parlato con l'ASL Napoli 1 che ha messo in atto la norma, dunque la squadra ha seguito quanto detto: non poteva partire. Se fossero partiti, avrebbero pagato le conseguenze perché sarebbero partite le segnalazioni. Parole di Marotta? La norma nazionale c'è già, poi c'è chi la applica e chi no. Non sappiamo se quando è uscito positivo Ibrahimovic il giocatore ha detto di non aver avuto contatti, non posso sapere quanto hanno riferito gli altri, ma noi abbiamo applicato la norma. Situazione sanitaria? È preoccupante. Il presidente della società italiana dei rianimatori stamattina ha detto che sarebbe auspicabile un lockdown nazionale. È una pandemia, in tre mesi non potevamo costruire ospedali per 10.000 pazienti, non capisco chi dice che non eravamo preparati. Il mondo era preparato? C'è uno sforzo incredibile, ma avremmo bisogno di maggiore aiuto da parte delle persone".

CONDIVIDI LA NOTIZIA
 




Se ti piace il nostro sito e vuoi far parte della nostra comunità su Facebook
clicca sul pulsante 'Mi piace'


 


Notizie correlate
1 - Mercato, Llorente all'Udinese e Malcuit alla Fiorentina

1 - Stasera "TeleCapri Onda Azzurra": tutto sulla crisi del Napoli

1 - Gattuso: “Commessi molti errori, colpa anche mia”

1 - Verona-Napoli, pagelle e tabellino

1 - Il Napoli crolla anche con il Verona e scivola al sesto posto

1 - Il Napoli Primavera supera il Cosenza di misura

1 - Pisacane (ag. Insigne): "Basta parlare male del capitano!"

1 - Milik è del Marsiglia: sui social un video per salutare Napoli

1 - Osimhen finalmente negativo: è guarito dal Covid

1 - Milik a Marsiglia per le visite mediche: cessione vicinissima

1 - Petagna mastica amaro: "Partita decisa dagli episodi"

1 - Gattuso: "Non rimprovero nulla ai miei, peccato per il rigore..."

1 - Juventus-Napoli 2-0: pagelle e tabellino

1 - Supercoppa alla Juve, al Napoli è mancato il coraggio

1 - VIDEO Pirlo e Danilo: "Giochiamo per vincere e rialzarci"

1 - VIDEO Gattuso e Insigne: "Daremo tutto per vincere la coppa"

1 - Stasera Juventus-Napoli, in palio la Supercoppa: Cuadrado e Petagna recuperati

1 - Successo per TeleCapri Onda Azzurra: martedì nuova puntata

1 - Stasera TeleCapri Onda Azzurra: tutto su Juve-Napoli!

1 - Koulibaly: “Vittoria importante, ora testa alla Supercoppa”


 
1





TELECAPRISPORT - VIA LI CAMPI 19 - 80073 CAPRI NA - PAGE DESIGN BY COMINVEST SRL - P. I. 04764940633